Ma quanti elefanti ci sono? : BOTSWANA

tizimari : africa : botswana : chobe e okawango
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio BOTSWANA BOTSWANA
Ma quanti elefanti ci sono?

Chobe e Okawango

Parco del Chobe
foto inserita il
14 Oct 2006 20:45
Parco del Chobe
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Ma quanti elefanti ci sono?

Località: Chobe e Okawango
Stato: BOTSWANA (BW)
0

Data inizio viaggio: giovedì 4 settembre 1997
Data fine viaggio: lunedì 8 settembre 1997

Dopo aver passato la notte in un campeggio sulle rive del Cubango nella striscia del Caprivi, entriamo in Botswana dal posto di frontiera di Ngoma. La strada che conduce a Kasane (circa 60 km) attraversa il Parco del Chobe e gli elefanti non si fanno attendere.
La scelta migliore per visitare il Botswana se non si vuole finire “spennati” é affittare un’auto e portarsi la propria tenda. La soluzione é un pó spartana anche perché la maggior parte dei camp site non sono dotati di alcun servizio, ma sicuramente si guadagna in autenticitá e contatto con gli animali. A volte sin troppo, come le notti passate in bianco con un branco di iene che si azzuffavano fuori dalla nostra tenda o con gli sciacalli che ti rubano il sacchetto con la carne per il BBQ. I parchi di Chobe e del Moremi sono sicuramente tra i piú interessanti dell’Africa Australe. Mai vista una concentrazione simile di elefanti!! Sono piú di 65000 nel solo Chobe.
Giunti a Kasane una prima escursione nel Chobe navigando per qualche ora tra gruppi di elefanti, bufali, ippopotami. I camp site all’interno del campo possono essere definiti minimalisti ed è bene rifornirsi in precedenza di tutto quanto ti possa servire. Spesso e volentieri ci si ritrova soli nell’accampamento e ogni notte africana è diversa dalla precedente e riserva sempre qualche incognita.
Dal Chobe una magnifica pista in sabbia ti conduce al Moremi Park, in alternativa se non si possiede un 4x4 si percorre la strada asfaltata passando da Francistown che attraversa i vari Pan, distese di niente ricoperte di sale che possono rivelarsi pericolose trappole se ci si aventura fuori pista. Il sorvolo dell’Okawango con un piccolo aereo 4 posti si potrebbe definire un’esperienza quasi mistica, sugli isolotti formati dal delta interno si raggruppano gli animali, dall’alto sono scene idilliache.
A Maun si puó dormire per poco in alcuni campeggi locali, sicuramente molto piú abbordabili dei favolosi lodge dai prezzi astronomici.

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Parco del Chobe

Parco Chobe


Delta dell'Okawango

sciacallo

okawango

Chobe
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: tizimari

  • Cip Civectitis Civetta
  • Età 6751 giorni (19)
  • Sâo Tomé

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>