Stupendo Tour del Marocco

località: marrakech
stato: marocco (ma)

Data inizio viaggio: domenica 29 marzo 2009
Data fine viaggio: domenica 5 aprile 2009

Classico Tour delle Città Imperiali, abbiamo scelto Francorosso e il tour turistico e si è rivelata una buona scelta per l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Gli alberghi sono stati all’altezza di quanto proposto, anche per la varietà delle pietanze offerte, spendere di più scegliendo il tour di I Categoria o il Prestige è a mio parere fuori luogo, considerando anche il fatto che in albergo ci si sta molto poco. Il Tour comprendeva visite a Marrakech, Fes, Meknes, Rabat e Casablanca. Cominciamo da Marrakech.
Situata in una grande oasi, ai piedi dell’Alto Atlante, è ricchissima di verde, con aranci, cipressi, ulivi, palme, oleandri e boungaville. Si nota subito il colore delle case e di tutti i palazzi, quello che viene definito il “rouge Marrakech”, dà un senso di ordine anche in luogo che per certi versi è molto caotico.
Tra i monumenti spiccano la moschea della Koutoubia, celebre per il suo minareto di 70 metri visibile da lontano.
La celebre piazza Jemaa el Fna è qualcosa di unico, porta d’accesso alla Medina con il suo dedalo di vicoli e vialetti, che dovrebbero essere pedonali, ma dove bisogna far attenzione ai motorini che compaiono all’improvviso in ogni direzione. La piazza, affollata in qualsiasi ora del giorno da arabi, berberi, africani e turisti ha mantenuto il sapore del passato, con i saltimbanchi, gli incantatori di serpenti. Durante la giornata è un enorme mercato e di sera le bancarelle lasciano il posto a chioschi dove è possibile mangiare cibi preparati sul posto. Il traffico di sera in questa zona è impressionante, attraversare la strada diventa un’impresa, tra auto, carrozze trainate da cavalli, asini, biciclette, motorini che sfrecciano senza un particolare senso di marcia.
Marrakech offre poi spettacolari giardini, quelli della Menara o del Palais della Bahia, i giardini Majorelle (restaurati da Yves Saintt Laurent). Degni di nota poi le Tombe Saadiane, il museo Dar Si Said, l’antica medersa (università o convitto studentesco che dir si voglia).
Da Marrakech interessante l’escursione alla valle dell’Ourika, penetrando in una vallata verde, con sullo sfondo l’Atlante, dove ancora si scorge la neve. L’impatto con la realtà dei piccoli agglomerati della valle è forte e coinvolgente.
A Marrakech abbiamo soggiornato all'hotel Imperial Holiday.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...