Tour in Guatemala

località: chichicastenango, lago atitlan, antigua, livingston, rio dulce, flores, tikal
regione:
stato: guatemala (gt)

Data inizio viaggio: sabato 24 febbraio 2007
Data fine viaggio: venerdì 2 marzo 2007

Giunto in Guatemala nel corso di un viaggio in centro America comprendente pure Messico,Belize e Cuba effettuato con un amico della Penisola Sorrentina.
Arrivati in questo Paese in Bus dalla frontiera con il Messico di La Mesilla. In serata pernottamento a Chichicastenango, era sabato sera ed erano in corso i preparativi per il celebre mercato indios.Il mattino dopo abbiamo girato tra i caratteristici banchi del multicolore mercato indigeno. Al centro del paese c'è la Chiesa dove si celebrano riti frutto del sincretismo religioso misto al cattolicesimo:i locali si inginocchiano davanti a piccoli altari di pietra dove accendono ceri e fanno sacrifici utilizzando i polli.Sul sagrato gli stregoni agitano scatolette di lamiera dal quale esce fumo. Le stesse cose si possono osservare nel cimitero le cui tombe sono variopinte come gli abiti di questa gente.Il pomeriggio con un fatiscente autobus guatemalteco carico all'inverosimile raggiungiamo il bivio di Los Encuentros e da qui con un altro mezzo a Solola, quindi alla moderna e turistica Panajacell sul Lago Atitlan. Quando arriviamo i vulcani che circondano il lago sono offuscati dalle nuvole, prendiamo una rapidissima lancia e facciamo rotta su Santiago.La cittadina non è troppo accogliente ma è sicuramente più autentica di Panajacell, la gente ha i propri costumi e venera uno strano idolo di nome Maximon.Il mattino seguente partiamo dall'imbarcadero, lambendo il vulcano San Pedro raggiungiamo l'omonimo villaggio,più turistico del precedente ma anche più interessante. Passeggiando lungolago si possono vedere le donne che lavano i panni e i ragazzi che fanno il bagno.Lasciamo San Pedro in lancia e torniamo a Panajacell, da qui a Les Encuentros, quiondi ad Antigua, l'antica e storica capitale del Guatemala.La città è bella e nobile ma ovunque ci sono i resti dei tremendi terremoti subiti, abbastanza normale visto che il luogo è circondato da maestosi vulcani.Tra Chiese intatte e Chiese sventrate dalla forza della natura percorriamo le antiche strade di acciottolato su cui si aprono nobili palazzi con splendidi patio fioriti resti di un glorioso passato coloniale quando Antigua era la Capitale di tutto il Centro America. Lasciamo Antigua con un taxi collettivo riservato ai turisti che ci porta fino a Città del Guatemala, l'attuale insignificante Capitale, poi da qui con bus di lusso a Puerto Barrios dove dormiamo. Il giorno seguente imbarco su una lancia che solcando il mar dei Caraibi contornato da belle palme ci porta a Livingston,cittadina collegata solo via mare al resto del Paese, dove vivono i garifuna, i discendenti degli schiavi africani portati qua dai conquistadores spagnoli. Ancora in lancia solchiamo le acque del Rio Dulce che attraversano uno splendido paesaggio di mangrovie e capanne di paglia. La barca ci scende nel villaggio di Rio Dulce da cui prendiamo il primo bus per Flores, cittadina posta su una piccola isola di un lago collegata alla terraferma con un ponte.Flores è molto turistica come dimostrano i numerosissimi ristoranti che si affacciano sul lago.
Il giorno dopo con un escursione raggiungiamo di mattino presto le rovine maya di Tikal, alte piramidi inserite in una foresta tropicale rigogliosa dove ad accoglierci sono le scimmie urlatrici che saltellano da un albero all'altro. Terminata la visita torniamo a Flores dove dormiamo.Il mattino seguente ancora una levataccia, questa volta per lasciare il Guatemala ed entrare in Belize(vedi Tour relativo).

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...