Hanami : GIAPPONE

giancarlobasile : asia : giappone : giappone
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio GIAPPONE GIAPPONE
Hanami

Giappone

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Hanami

Località: Giappone
Stato: GIAPPONE (JP)
0

Data inizio viaggio: domenica 25 marzo 2007
Data fine viaggio: lunedì 2 aprile 2007

Un viaggio tra alta tecnologia ed antiche tradizioni

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 25 marzo 2007 . Curti-Roma-Helsinki-Tokyo

Come al solito sveglia alla buona ora (5:00), dobbiamo raggiungere l'aereoporto di Fiumicino. Stanotte alle 2:00 c'è stato anche il cambio dell'ora legale è quindi abbiamo perso un ora di sonno...spero di recuperare in volo. Dopo gli ultimi preparativi scendiamo erapidamente siamo in autostrada, fortunatamente oggi è domenica e la strada è liberissima compreso il GRA. In men che non si dica raggiungiamo il nostro parcheggio preferito (Italia 92) dove sborsiamo 42 euro per 9 giorni di sosta. Dopo i fastidiosissimi controlli finalmente ci accomodiamo nel "nostro" aereo (Finnair). Il primo scalo è Helsinki, dove arriviamo 3 ore più tardi. Atterrati scopriamo che il nostro volo è stato spostato di due ore...pazienza tanto siamo in vacanza. Finalmente si riparte, destinazione l'aereoporto Narita di Tokyo dove arriviamo 9 ore e 50 min più tardi. Tutto sommato il volo trascorre velocemente riusciamo a dormire così bene che non guardiamo neanche un film...non era mai capitato. In aereo ci danno il solito modulo da compilare e consegnare alla dogana, dove la fila per il controllo passaporti è lunghissima impegnamo quasi 1 ora!!!. Dopo aver visionato i passaporti ci appiccicano il visto sul passaporto e passiamo al primo problema...ovvero il bancomat (noi avevamo quello della banca di Roma) che non funziona!!!, funzionano invece le carte prepagate della posta, la carta prepagata Amica (Capitalia) ed ovviamente la carta di credito classica (il massimo prelevabile sono 38000 yen con il cambio 157 yen = 1 euro). Proprio vicino al bancomat c'è l'ufficio della JR dove è possibile prendere il treno per Tokyo (Narita dista 66 km). Visto il prezzo il Narita express (3000 yen) è da evitare, meglio il più economico limited express (1000 yen), che in 1h e 20 min ci porta ad Ueno (l'ultima fermata). Uscendo dalla stazione della JR sulla sinistra, pochi passi e prendiamo la metropolitana (Ginza line, 190 yen) per Shibuya. Il biglietto viene rilasciato solo da macchinette elettroniche, per la tariffa bisona vedere un tabellone con tutte le fermate ed i prezzi (è scritto anche in inglese). In 20 min siamo a destinazione, ci dirigiamo verso l'uscita sud ed alla stazione degli autobus prendiamo il 17 (190 yen) che in due fermate ci porta al nostro Ryokan il Fukudaya (10000 yen la stanza con bagno, i ryokan li abbiamo prenotati su http://www.jpinn.com). Appena entrati, come prassi, ci togliamo le scarpe e saliamo in stanza......letto sul tatami e pareti divisorie in carta di gelso....come nei cartoni animati. Ovviamente siamo stanchissimi e ci riposiamo un pò. Ci dirigiamo a piedi verso la stazione, c'è tantissima gente e ci sono tantissimi tabelloni che proiettano di tutto dai cartoni alle publicità dei videogames. Prendiamo la yamamote line che ci porta in 20 min (190 yen) vicino al quartiere di Ginza. Scendiamo e facciamo una bella passeggiata per questo lussuosissimo quartiere, di tanto in tanto ci fermiamo davanti ai ristorantini che espongono delle fedili riproduzioni in plastica delle pietanze servite con i relativi prezzi, molto curioso. Dopo aver visitato il tecnologicissimo palazzo della Sony, riprendiamo la metro per Shibuya (190 yen) e ci fermiamo a mangiare dei buonissimi ramen con della carne (1350 yen due persone).
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 27 marzo 2007 . Tokyo

Dopo una bella nttata che ci ha prmesso di recuperare il fuso orario, ci facciamo una bella doccia e decidiamo di andare a are colazine dallo Starbucks sotto casa (1140 yen). Con la Ginza line arriviamo ad Asakusa (230 yen) in circa 25 min, pochi passi ed arriviamo al tempio Senso-Ji. Il portale ha una gigantesca lanterna di carta e dietro ci sono numerosissimi negozietti. Nel cortile vediamo un grandissimo calderone dove esce il fumo proveniente dall'incenso bruciato che i fedeli utilizzano gettandoselo sul capo. Facendo una offerta di circa 100 yen si prende da una specie di stuzzicadenti gigante un legnetto con un simbolo che ha un cassettino corrispondente. Dal cassetto si prende un foglio (scritto anche in inglese) dove si legge che avremo tanta fortuna, si prende il foglio si ripiega e si lega su una rastrelliera....particolare. Avanti c'è una fontana con tante coppette legate ad un bastoncino che i fedeli utilizzano per prelevare l'acqua da utilizzare nel rituale dellla purificazione. Riprendiamo la metropolitana diretti a ueno (130 yen), il parco è pieno di ciliegi in fiore e sotto ci sono tantissimi teloni azzurri con le persone intente a fare un pic nic...particolarissimo. La nostra prossima tappa è il museo nazionale (600 yen), diamo una rapida occhiata ai reperti provenienti dal sud est asiatico e ci concentriamo alla parte dedicata all'arte giapponese. Bellissime le spade e le armature dei samurai, da vedere!!! particolari sono anche i kimoni e le bambole giapponesi. Ritornando alla stazione della metro facciamo un biglietto da 130 yen diretti alla stazione centrale di Tokyo, ovviamente la metro passa ogni 2 minuti e rapidamente arriviamo a destinazione. Quando si esce il biglietto và infilato in un appositoforo e questo ti permette di uscire, o nel caso in cui ti sia sbagliato, si chiude un cancelletto e devi passare alle macchinette lì vicino epr fare il fare adjustment (versare la differenza). Ci dirigiamo a visitare (da fuori) il palazzo reale, in lontananza si vede la torre di Tokyo con il suo particolare colore rosso e bianco, purtoppo i giardini reali sono chiusi. Il tempo è cupo e minaccioso, quindi rapidamente ritorniamo in stazione per acquistare i biglietti per lo shinkansen di domani (13720 yen a persona), siamo diretti a Kyoto e la partenza è alle 14 e 20. Finiamo il nostro rapido giro nelle bancarelle del parco che vendono di tutto dalle seppie alla brace ai biscottini a forma di hello kitty e Doraemon. Prendiamo la solita metropolitana per casa e ci dedichiamo una bella cena (2010 yen).
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 28 marzo 2007 . Tokyo-Kyoto

Dopo una bella colazione, lasciamo le valigie in albergo e ci dirigiamo nel quartiere di Shinjuku con la solita metro (150 yen). Questo quartiere è il centro commerciale, ci sono numerosissimi grattacieli, tra tutti quello govenativo è il più particolare. Ovviamente non manca una visita al più grande negozio di elettronica di Tokyo se non del Giappone, ovvero yodobashi camera dove si trova tutto a prezzi ultraconvenienti. Dopo aver preso i bagagli ci dirigiamo alla stazione di Tokyo da qui qualche passo ed arriviamo alla stazione degli Shinkansen (linea Tokaido), è un vero spettacolo vedere tutti questi "miracoli" dell'ingegno umano dalla serie 500 alla 700, ovvero il treno più veloce il Nozomi che ci porterà a Kyoto in solo 2h e 20 min (+500 km). Ovviamente il treno parte in perfetto orario e dopo qualche minuto possiamo ammirare il profilo del famosissimo monte Fuji, anche se ricoperto dalle nuvole è uno spettacolo. Arriviamo a Kyoto alle 16:33, la stazione centrale è grandissima tutta ricoperta di vetro ed appena fuori si vede l'anonima torre di Kyoto, qualche metro e ci dirigiamo alla fermata dei bus, dobbiamo prendere il JR3 che ci porterà al nostro Ryokan il Yamazaki (8400 yen per stanza bagno in comune). Il bus parte ogni 30 min (dipende dall'ora) ed impiega 30-40 min per arrivare a destinazione (250 yen). Anche se un pò fuori mano il ryokan è molto carino e vicino alle attrazioni principali della città, ha anche un ottimo ristorante dove decidiamo di cenare (1920 yen).
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

giovedì 29 marzo 2007 . Kyoto

Dopo la colazione (880 yen) in stile occidentale, ci dirigiamo alla stazione di Kyoto con il solito bus. Quando si sale sulla vettura bisogna prendere un bgliettino con il numero e, quando si scende, bisogna controllare sul tabellone elettronico posto sopra al conducente la tariffa da pagare (20 yen). Alla stazione ci dirigiamo verso i treni per Nara ed acquistiamo un biglietto per Inari, solo solo due fermate (140 yen). Appena fuori dalla stazione si vede un torii rosso che indica l'ingresso del Fushimi-inari Taisha, da notare le statue raffiguranti la volpe sparse lungo tutto il santuario. Salendo si arriva all'inizio di un bellissimo sentiero tutto ricoperto di torii ce ne sono a migliaia, la strada è lunga 4 km.....molto suggestivo vome vedete dalle foto. Riprendiamo il treno per la stazione di Kyoto e prendiamo il bus n°12 (i bus cittadini hanno prezzo fisso 220 yen) che ci porta al tempio Kinkaku-ji (400 yen), famosissimo in tutto il Giappone per la sua bellissima pagoda d'oro che si rispecchia in un bellissimo laghetto circondato da un altrettanto bellissimo giardino. In 15-20 min (a piedi) si raggiunge il Ryoan-ji (500 yen) anche questo posto è famosissimo per il suo giardino Zen. Giardino secco, in quanto non ci sono piante ma solo pietre, in particolare se ne contano 15 anche se ne sono sempre visibili 14...sono due posti incredibili dove si repira una atmosfera mistica.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

venerdì 30 marzo 2007 . Kyoto

Il bus delle 7:15 ci aspetta e dalla stazione di Kyoto prendiamo la linea Kintetsu (150 yen) per scendere alla prima fermata ed ammirare il tempioToji, molto particolare con la sua bellissima pagoda a cinque piani, la più alta del Giappone. La prossima tappa è il tempio Nishi-haganji...enorme. Usciamo dal tempio e facciamo una bella passeggiata per shichijo-dori fino ad arrivare al tempio di Sanjusangendo (600 yen). Questo bellissimo tempiopresenta all'interno mille statue dorate raffiguranti Budda, ne vale la pena.Da qui una piccola passeggiata per entrare nella Kyoto antica, nel quartiere di higashiyama. Il primo sito da vedere è il tempio di Kiyomizudera in lista per le nuove sette meraviglie del mondo che verranno scelte a Lisbona il 7 luglio prossimo. Sulla stradina in salita che porta al tempio incontriamo due Geishe, i loro vestiti sono semplicemente formidabili ed è un piacere vederle camminare sui tipici zoccoletti in legno. Il tempio è molto particolare è costruito su una palafitta e sulla terrazza si può ammirare tutta la città di Kyoto. Particolare è anche un ponticello dove i fedeli fanno la fila per raccogliere l'acqua che sgorga dalla cascata sovrastante.. Dopo il tempio continuiamo la nostra passeggiata per Gion, devo dire che questa parte di Kyoto è veramente molto bella con le sue casette tipiche, i giardini, i templi e gli immancabili alberi di ciliegio. Prendiamo la metro keihan fino alla fermata di Marutamachi per raggiungere il tempio di Heinanjingu. Il tempio ha all'ingresso un gigantesco torii, qui tutto è di un arancione vivace, si può ammirare il bellissimo giardino (600 yen), grandissimo molto rilassante soprattutto dove si trova il ponte di legno. Da qui qualche metro per la metropolitana Tazai alla frmata di Sanjodori (250 yen) per scendere alla fermata di Nijo dove possiamo ammirare l'omonimo castello. Per ritornare a casa prendiamo il n°8 (250 yen). A cena prendiamo un buonissimo tempura (2100 yen) in pratica una frittura di pesce e verdura ed un porzione di sushi (945 yen), buona se non fosse per il pestilenziale wasabi.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

sabato 31 marzo 2007 . Kyoto-Nara-Oji

Dopo una bella doccia calda , prendiamo il solito bus che ci porta alla stazione di Kyoto. Qui prendiamo la linea Kintetsu (non abbiamo il JR pass) per Nara (610 yen), dobbiamo cambiare a Takada. Arriviamo alla stazione Kintetsu (molto più vicina ai siti di quella della JR) dopo 45 min. Andiamo subito alla ricerca degli armadietti per lasciare i nostri bagagli e li troviamo facilmente (300 yen, 24 ore). Pochi passi e siamo subito al parco di Nara , oggi è sabato e ci sono tantisime famigliole con bambini. La particolarità del parco e che ci sono circa 1200 cervi, ritenuti messaggri per gli dei. Con 150 yen si possono comprare dai venditori i biscotti per i cervi che ne vanno matti!!!. La nostra meta è il Todai-ji (500 yen) questo enorme tempio ospita il Budda di legno più grande del mondo, l'occhio è più di 1 metro!!. Di lato c'è una colonna in legno con un foro dove tanti bambini passano in una sorta d rito??? carino. Tornando ci fermiamo ai vari negozietti, nonchè in un 100 yen shop dove tutto costa 100 yen (o poco più) e facciamo colazione in una backery vicino alla stazione (840 yen). Ritiriamo i nostri bagagli e ci dirigiamo verso la stazione della JR dove acquistiamo un biglietto per Oji (290 yen). Pochi passi e siamo al nostro ryokan lo yougendo (7000 yen compresa la colazione, ttp://www.yougendo.com) molto bello e con due proprietari simpaticissimi, la casa è molto bella ed accogliente.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 1 aprile 2007 . Oji-Osaka

Facciamo colazione nella bellissima sala del ryokan c'è una vista sul giardino magnifica, la colazione è buonissima facciamo anche colazione con due inglesi che lavorano in Giappone. Dopo la colazione prepariamo le nostre valigie e ci dirigiamo alla vicina stazione dove prendiamo il treno che in 20 minuti ci porterà a Osaka (380 yen) alla stazione di Tennoji. Da qui la metro (280 yen) per il nostro lussuosissimo hotel l'APA villa Hotel, prenotat tramite internet (www.itravel.jp) ad un prezzo stracciato (6800 yen, con bagno in camera). Il check inn è alle 15:00 e quindi dopo la regstrazione lasciamo i bagagli e ci dirigiamo al vicinissimo Osaka-jo. Questo castello è veramente bello è particolare la vista del castello antico con i grattacieli alle spalle. Il parco fuori alle mura è molto bello, oggi è domenica e ci sono molte famiglie. L'ingresso al castello costa 600 yen e devo dire la verità forse è meglio dall'esterno perchè l'interno è stato convertito in un museo a sette piani ed è praticamente è nuovissimo, belli sono la terrazza e la mostra di armi ed armature dei samurai. Sempre con la metro arriviamo a Dra Dra town famosissimo quartiere di Osaka dove si trova tutto ma proprio tutto per l'elettronica. Da notare anche i palazzi dedicati ai manga o alle miniature...maniacale.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

lunedì 2 aprile 2007 . Osaka-Helsinki-Roma-Curti

Sveglia alle 6:00, finiamo di preparare le valigie e prendiamo la metro per la stazione di Namba (230 yen) usciamo dalla stazione della metro e entriamo nella stazione della JR per prendere il treno diretto all'aereoporto internazionale di Kansai con cambio a Tennoji (1030). Siccome iltreno è un rapido paghiamo in carrozza il supplento (1440 yen) e n 30 min siamo all'ereoporto. Alle 11:00 parte l'aereo diretto a Helsinki e finisce qui la vacanza.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali






































Loading...

Pensiero di Mery & Igor pubblicato il 04/04/2007 15.00.31

Le foto di questo diario sono semplicemente meravigliose (sopratutto quelle coi bambini!)!
Complimenti!

Pensiero di luminosa pubblicato il 08/06/2007 20.04.23

Ciao! Bellissime foto! Anch'io sono andata in Giappone quest'anno, dal 24 marzo al 6 aprile! Magari da qualche parte ci siamo anche incrociati! ^__^
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: giancarlobasile

  • Giancarlo Basile
  • Età 14815 giorni (41)
  • Curti (CE)
  • "Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" Marcel Proust

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>