Fra tradizione e modernità per 3 settimane : GIAPPONE

viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio GIAPPONE GIAPPONE
Fra tradizione e modernità per 3 settimane

giappone
foto inserita il
08 Jan 2010 16:42
giappone
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Fra tradizione e modernità per 3 settimane

Stato: GIAPPONE (JP)
1

Data inizio viaggio: venerdì 1 gennaio 2010
Data fine viaggio: venerdì 1 gennaio 2010

Se oltre al Giappone vuoi saperne di più su altri paesi che abbiamo visitato vai su:

WWW.PIEDISTANCHI.COM

oltre a preziosi consigli, splendide immagini ti condurranno attraverso nuove culture...

TOKYO (Khassan Guest House /Taito Ryokan): una città incredibile e ricca di contrasti, dalla tecnologia più avanzata alla meditazione più profonda, dalla moda più trendy dei teen agers agli splendidi e tradizionali kimono..e questo è solo un assaggio.
Tappe principali:
- Mercato del pesce: si tiene ogni mattina alle 6.00
- Ginza: quartiere elegante dove si trovano gli eleganti negozi delle principali griffes a pochi passi dal palazzo imperiale e dal famosissimo teatro Kabuky.
- Ueno e Asakusa: più classici e tradizionali
- Shinjuku: il quartiere per eccellenza più animato di Tokyo. La sera è un trionfo di luci e neon colorati, locali, ristoranti e migliaia di persone in giro. Vi si trova il “Metropolitan Government”, progettato da Kenzo Tange, un palazzo dall’architettura molto particolare dove, salendo al 40esimo piano si può godere gratuitamente della vista panoramica di Tokyo magari gustando un buon tè
- Harajuku e Shibuya: quartieri giovani, pieni di negozi super trendy che offrono la possibilità di osservare i goth kids appena fuori la stazione della metro di Harajuku, nella via Takeshita
- Tokyo Bay: quartiere ultramoderno che può essere visitato attraverso una monorotaia, da prendere assolutamente al tramonto dove i riflessi rosati del sole si rispecchiano nella baia e nei vetri degli enormi grattacieli
- Roppongi: quartiere per il divertimento degli stranieri

TAKAMATSU: tappa intermedia per Kochi, si presenta come molte cittadine giapponesi, una galleria ricca di negozi di vario genere ne rappresenta il centro. Notevole è invece il giardino Ritsurin –Koen, tra i più belli del paese. Offre la classica veduta di giardini giapponesi con case da thè, ponti e isolotti che lo rendono un’oasi serena e tranquilla

KOTOHIRA: meta interessante per la visita del santuario Kompira San, con i suoi più 1368 gradini che portano in cima alla montagna cui è situato il tempio. Sebbene il percorso risulti un po’ lungo e faticoso, è abbastanza gradevole grazie alla visita dei templi situati lungo il percorso stesso e alla presenza di sentieri alberati

KOCHI (Los Hotel): il 10 e l’11 agosto sono delle date molto interessanti per immergersi nella tradizionale festa dello Yosakoi – Matsuri, dove più di 20 mila ballerini sfilano per le vie della città sulle note delle musiche tradizionali giapponesi. Inoltre da Kochi, si può partecipare al Whale Watching, un’escursione molto divertente della durata di mezza giornata dove si ha la possibilità di ammirare i giganti del mare.

HIMEJI (Toyoko Inn Hotel): visto che i treni giapponesi consentono di raggiungere facilmente e velocemente i vari punti del paese, vale la pena fare una sosta a Himeji-jò uno dei pochi castelli visibili nella sua struttura originaria

KYOTO (pernottamento K’s House Kyoto vivamente consigliato): con Nara, costituisce la meta principale della regione del Kansai. Kyoto, capitale imperiale tra il 794 e il 1868, è considerata il cuore culturale del Giappone con più di 2000 templi e santuari, le case da tè popolate dalle antiche figure femminili delle geishe, donne di squisita raffinatezza che intrattengono gentiluomini facoltosi. Rispecchia quello che può essere l’immagine del Giappone tradizionale presso le popolazioni occidentali. Il 16 agosto su 5 colli vengono accesi grandi fuochi per celebrare l’addio finale alle anime degli antenati – Daimon-ji Yaki

NARA: Ancora prima di Kyoto fu Nara a svolgere il ruolo di capitale imperiale. Anch’essa vanta numerosi siti da visitare il più importante, il Nara-Koen che nel mese di Agosto (il 16) in occasione della celebrazione degli antenati viene cosparso di migliaia di lanterne che regalano all’occhio di chi le vede uno spettacolo difficile da dimenticare

HIROSHIMA (Minshuku Ikedaia - sconsigliamo): città caotica, moderna, tristemente ricordata per l’esplosione della bomba atomica il 6 agosto del 1945. Unica meta d’interesse il Peace Memorial Park che attira visitatori da tutto il mondo e l’A-Bomb Dome una volta sede dell’Industrial Promotion Hall, l’unico edificio simbolo della devastazione che ha colpito la città

MIAJIMA: facilmente raggiungibile da Hiroshima (1 ora circa tra treno e traghetto) l’isola si presenta ricca di santuari e templi. Famosa per il torii galleggiante, (ingresso del santuario Scintoista), classificato come uno dei tre panorami più affascinanti del paese

KURASHIKY: sempre grazie ai fantastici treni giapponesi è possibile pensare di fare una rapida escursione in questa piccola cittadina la cui caratteristica principale è un piccolo quartiere formato da edifici pittoreschi disposti lungo un canale sul quale si riversano le chiome fluenti dei numerosi salici piangenti. In epoca feudale tali magazzini venivano utilizzati per conservare il riso trasportato in barca dalle campagne circostanti

BEPPU (Beppu Youth Hostel – così così): nella regione del Kyushu, è famosa la zona dell’Oita ken per i numerosissimi onsen, tra le cittadine più importanti quella di Beppu. Centro di piacevole evasione non offre granchè se non numerosi centri termali dove ci si può concedere una pausa rilassante alla fine del viaggio. Attenzione non occorre il costume. Si entra restando rigorosamente nudi, anche nei bagni comuni a uomini e donne. Buona usanza e portare con sé un asciugamano per coprire le parti intime mentre si passa da una zona all’altra.
Per la cena consigliamo un buon ristorantino nella stazione di Beppu. Ottimi i Tempura Udon.
A circa 40 km da Beppu (treno e bus), si può fare un’escursione per la cittadina di Usuky, dove si trova una collezione di statue del Buddha. In una gola se ne possono vedere più di 60

WWW.PIEDISTANCHI.COM

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


giappone
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: piedistanchi.com

  • Età 3091 giorni (8)

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>