Il Monte Fuji : GIAPPONE

andreawolf : asia : giappone : hakone : fuji
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio GIAPPONE GIAPPONE
Il Monte Fuji

Fuji

Monte Fuji tra la foschia
foto inserita il
03 Jul 2010 11:36
Monte Fuji tra la foschia
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Il Monte Fuji

Località: Fuji
Regione: Hakone
Stato: GIAPPONE (JP)
0

Data inizio viaggio: giovedì 20 maggio 2010
Data fine viaggio: giovedì 20 maggio 2010

Volevamo organizzarcela da soli questa gita e ancora adesso siamo convinti che sarebbe stato possibile avendo però almeno due giorni da dedicare all’escursione della zona più famose del Giappone. Ma avendo un solo giorno e sicuramente non avendo la certezza di aver ben compreso le coincidenze tra bus e treni vari abbiamo deciso di affidarci (nostro malgrado) ad un tour operator. Abbiamo preso un depliant all’ingresso dell’hotel verificato che fosse un giro a noi congeniale e poi, grazie al duty manager dell’hotel, abbiamo prenotato per l’unico giorno di sole pieno della nostra vacanza (anche questo magicamente predetto dallo stesso duty manager). Il Tour Operator si chiama Grey Line e offre numerose possibilità per escursioni sia a Tokyo che fuori. Noi abbiamo scelto l’escursione fino al Monte Fuji poi tour della regione di Hakone con la funivia fino alla zona geotermica di Owakudani e una magnifica attraversata sulla barca dei pirati del lago Ashi con ritorno a Tokyo tramite il treno superveloce Shinkansen. Tutto questo, pranzo incluso, alla modica cifra di 16.000 yen ovvero circa 150€ a persona. La mattina verso le 7.40 ci facciamo trovare presso la hall dell’hotel e dopo aver atteso incredibilmente per 20 minuti arriva trafelata la signorina che ci dà l’adesivo corrispondente alla nostra escursione e ci fa accomodare su un pullman che ci porterà alla zona di smistamento. Purtroppo questa è stata la fase veramente inutile di tutta la giornata (e forse della nostra visita a Tokyo): ci siamo alzati alle 6.30 e alle 9.30 eravamo ancora alla Tokyo Station dopo aver fatto il giro di numerosi hotel a raccattare altri clienti. Porca miseria non potevano dirci di andare direttamente alla stazione alle 9.30???? Finalmente si parte e siamo circa una ventina e abbiamo una guida che parla in inglese in modo molto semplice e ci dà numerose indicazioni sia sulla giornata che sulle tradizioni del Giappone. Devo dire che le indicazioni sulle escursioni sono state molto chiare e semplice da comprendere anche per me che non posso certo definirmi con un inglese fluente! Verso lo 12 arriviamo al Monte Fuji alla stazione numero 5 a circa 2400 metri (il monte è alto oltre 3700 metri). Non fa molto freddo ma c’è moltissima foschia per cui non abbiamo un grande panorama sotto di noi. Alcune centinaia di metri sopra di noi vediamo le lingue di neve scendere e anche alcuni snowboarder che si sono cimentati nelle discese estive. E’ tutto molto suggestivo peccato che però la soste è di soli 30 minuti e che il tempo non sia dei migliori. Questa cosa dei minuti sarà la costante di tutta la giornata: è stato tutto molto carino ma la nostra guida non ha fatto altro che dirci “15, 20, 10, 30 minuti” decisamente stressante soprattutto per noi che siamo abituati a farci le nostre gite per conto nostro… poi andiamo a valle nuovamente ed entriamo nella zona di Hakone dirigendoci verso l’Hakone Lake Hotel per consumare alle ore 14.00 il pasto “west style”. Una versa schifezza a saperlo avremmo ordinato alla carta e avremmo sicuramente risparmiato (il pranzo ci è costato 20€ a testa circa): abbiamo mangiato una zuppa di pesce (orribile), un pezzo di pollo arrosto, patate al forno, insalata e una mini fetta di dolce per concludere con il the e il caffè. A Roma si direbbe una vera e propria “sòla”. Vabbè andiamo avanti. Andiamo nella zona vulcanica di Hakone e prendiamo la funivia che ci porta nella zona di Owakudani dove ci sono numerose sorgenti sulfuree. L’aria a tratti è irrespirabile ma ci dirigiamo nella zona delle vasche dove cuociono delle uova nelle acque a 90 gradi facendo diventare i gusti del caratteristico colore nero. 5 uova per 5€ e vi siete tolti la soddisfazione. Anche qui diventa un must la fermata ai negozi di souvenir oppure per comprare uno snack. Poi di corsa (è il caso di dirlo) verso il lago di Ashi per la traversata (di una 40inta di minuti) del lago a bordo di una improbabile battello di pirati (perché poi i pirati su un lago?). Ogni tanto riusciamo tra la foschia della giornata a vedere anche il cono innevato del Monte Fuji che apprezziamo più da lontano che rispetto a quando ci siamo andati sopra…la gita sul lago è piacevole e vediamo numerose stazioni termali lungo le sponde alcune delle quali senbrano essere anche piuttosto lussuose. Giunti a destinazione prendiamo il nostro bus per andare alla stazione di Odawara dove decidiamo di prendere il treno e di risparmiarci il rientro in pullman. L’esperienza dello Shinkansen è interessante e la velocità che si raggiunge è veramente impressionante. In circa 30 minuti siamo alla Tokyo Central Station. Unica pecca è che ci hanno dato dei biglietti senza prenotazione e non abbiamo faticato poco a trovare due posti a sedere considerando l’ora di rientro verso Tokyo dei pendolari del business….cosa interessante da notare su questi treni:
1. Presenza di una rete wi-fi per connessione ad internet
2. Divieto di utilizzo del cellulare. Obbligo di vibracall e soprattutto le conversazioni devono essere effettuate solo tra un vagone e l’altro per non dare fastidio agli altri viaggiatori!
3. Nessuno fiata e nessuno parla! Non si sente volare una mosca solo il ticchettio delle tastiere dei PC portatili disturbano il sibilo dei 300 all’ora
4. Purtroppo ci sono delle carrozze fumatori che vi consigli di evitare accuratamente per evitare di morire asfissiati!
La gita con la Grey Line può essere anche effettuata senza pranzo e con ritorno in pullman come per l’andata: in questo caso invece di 16.000 yen pagherete 13.000 yen ovvero 120€ (anziché 150€). A noi il ritorno in treno è piaciuto anche perché abbiamo guadagnato molto tempo arrivano a Tokyo prima delle 18 ma sicuramente avremmo evitato quel pranzo buffonata!!

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Monte Fuji tra la foschia









Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: andreawolf

  • Andrea Wolf
  • Età 17116 giorni (47)
  • Roma
  • Il mondo è di chi lo scopre

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>