Hong Kong di Daniele Somenzi

stato: hong kong (hk)

Data inizio viaggio: sabato 1 gennaio 2000
Data fine viaggio: sabato 1 gennaio 2000

Hong kong
L'aereo della Finnair A 340 nuovo di fabbrica, ci porta da Helsinki ad Hong kong, dove Donato non era mai stato, io gia una volta, L'aeroporto è bellissimo, il precedente era in città e gli aerei atterravano a pochi metri dai grattacieli, addirittura i piloti per poter atterrare al Kai tak, dovevano fare prima un corso d'atterraggio. ora quell'aeroporto è chiuso e ne hanno costruito uno creando dal nulla un'isola, coma hanno gia fatto anche i giapponesi ad Osaka, il Ceck lap kok airport è stupendo.
Optiamo per il bus anzi che il treno per il centro, cosi che l'autista ci fa scendere proprio a pochi metri dall'albergo che abbiamo scelto. Uno scassatissimo albergo a palazzo, la stanza è una doppia al 4 piano, ma noi siamo in tre, dunque a sorte scegliamo chi, quella notte deve dormire sul materasso perterra. Ma l'importante è che ci sia la doccia e i servizi e che nessuno faccia rumori inutili durante la notte, ha dimenticavo, c'è anche l'importantissima aria condizionata, vista l'umidità che cè all'esterno.
Il giorno dopo a passeggio tra i mille grattacieli e se dico mille, non esagero, qui a Kaoloong,mangiamo in un ristorantino cinese alla veloce e a pochi dollari di Hong kong.
C'è abbastanza traffico per le strade, ma per lo piu taxi e bus, qui le metropolitane sono molto efficienti, la prendiamo anche noi, e scopriamo che i cellulari vanno anche sotto terra. Una nave da crociera è in partenza, lo scenario che vedono i passeggeri per l'uscita dalla baia è spettacolare, solo a New york puoi vedere qual cosa di simile. Anche se qui di grattacieli ce ne sono almeno il triplo.
Donato e Luca sono sbalorditi da quanta vita scorre, elicotteri barche aerei in cielo , mancano solo i sottomarini, che a dir il vero chi lo sa se veramente non ci sono. Scendendo da una sclalinata di uno schopping centre ci accorgiamo che la parte verticale sotto ogni scalino ha una televisione, che vista da lontano sembra un tutt'uno. anche un'altra televisione sopra un grattacielo continua a fare pubblicità, mai vista una cosi grossa, diciamo due volte lo schermo di un cinema.
Da qui partono anche dei catamarani a motore rossi con capienza di circa 200 passeggeri per la vicina Macao, ex colonia portoghese, ora passata alla Cina, esattamente come qui ad Hong kong. Però ha mantenuto uno statuto speciale, qui molti sono ricchi, si vedono infatti mercedes audi e altre automobili di lusso in giro.
La sera torniamo alla baia, dove c'è uno spettacolo,Molti grattacieli si illuminano con dei neon multicolori e lanciano in cielo raggi di luce, che si vedono dalla luna, il caldo fa si che siamo tutti con vestiti molto leggeri. Alcune barche fanno da ristorante mentre transitano nella baia,poco piu in la un grande porto accoglie centinaia di navi portacontainer, dopo quello di Singapore, è il piu grande al mondo, poi seguono Shangai e Rotterdam.
Donato compera un paio di orologi a buon prezzo, ne approfitta,Luca invece si prende una moderna macchina fotografica, io solo delle videocassette di scorta. la telecamera l'ho gia. Qui ci sono alcuni giri turistici, da fare, la visita al villaggio galleggiante oppure la visione dalla collina stando da una posizione ancor piu alta del grattacielo piu alto.
Per tornare all'aeroporto alla sera prendiamo ancora il Bus, che essendo a due piani, tipo quelli di Londra, ci permette una visione piu bella, anche se di bello, a stare in mezzo al traffico, non c'è niente, almeno per me che sono amante della natura.
Il volo della jetstar per Singapore, arriva a buio,
ciao

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...