Macao di Daniele Somenzi

stato: macao (mo)

Data inizio viaggio: sabato 1 gennaio 2000
Data fine viaggio: sabato 1 gennaio 2000

Macao
Il volo della jetstar airbus 320 nuovo di zecca proveniente da Singapore, dopo circa 3 ore di volo atterra sullo strano aeroporto di Macao, ex colonia portoghese, dico strano, perche qui, nel pezzo di terra che i portoghesi hanno conquistato,che è pochissima, si sono dovuti stringere con la costruzione delle abitazioni, un po come Hong kong, sono andati tutti verso l'alto con palazzi altissimi.
Per attrarre la gente in questo "atollo" d'oltremare portoghese, sono stati costruiti molti casinò per il gioco, cosi i fissati passano il tempo al chiuso a rovinarsi, è si, dico, perche chi veramente vince, è solo quello che và, vince e poi se ne va via coi soldi in tasca, e non quello che li ri usa per continuare.
L'aeroporto strano, perchè se lo guardi bene è stato costrruito sul mare ed è collegato all'area pacheggi da 2 ponti, uno per andarci e uno per venirci via.

Praticamente un po tipo Genova o Osaka, ma questo è veramente brutto e vecchio.
La Viva air e la air Macao sono le 2 compagnie locali, un tempo arrivava anche la TAP air portugal da Lisbona, ma ora non piu.
Scendiamo io Donato e Luca,dalla scaletta dell'aereo subendo il solito schiaffo di umidità e caldo, ci affrettiamo ad entrare dove c'è l'aria condizionata,dove ci informiamo di che mezzo usare per andare in centro Macao.
C'è un bus da li a 10 minuti, Vedo che il fuori dell'aeroporto, che si trova in un'isola staccata dalla terra ferma,è in mezzo alla città, ogni posto è stato occupato da un'edificio. Vedo che i cartelli stradali sono scritti per metà in cinese e per metà in portoghese.
Partiamo col bus strapieno e mi rendo conto di quanto cemento ci sia qui, arriviamo sul grande ponte che collega la terra ferma, e laggiu sulla sinistra vedo che ci sono in costruzione degli alberghi casino fotocopia di quelli che ci sono a Las vegas, Stardust, l'MGM e anche il famoso vulcano che c'è davanti al Mirage di las vegas.
Qui fanno un GP di formula 3000 in città, e la strada è il circuito, chissà che caos quando c'è la quel giorno.
Solo 28 km quadrati e circa 600 mila abitanti, ora che è tornata alla cina, si parla piu cinese che portoghese qui ci sono pensate, 17310 persone per km quadrato, proprio come le formichine.Scendiamo al grande terminal dei battelli e catamarani che partono per molte direzioni, noi facciamo il biglietto e saliamo in 4 e quattrotto su quello che parte per Hong kong, è gigantesco, parte quasi subito e passa sotto il grande ponte, un'ora circa di viaggio, Non penso andrò ancora a Macao, troppo cemento, troppa gente.
L'unica cosa positiva di questo viaggio a Macao è stato il timbro sul passaporto.ciao

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...