il giardino delle luci

località: kuala lumpur, cameron highands, penang, malacca
stato: malesia (my)

Data inizio viaggio: sabato 12 gennaio 2008
Data fine viaggio: domenica 20 gennaio 2008

Selamat Datang Malesia
Ovvero benvenuti i Malesia, la terra dei mille incanti, la terra delle emozioni naturali incontaminate e di sensazioni.
La Malesia con scenari contraddittori ma allo stesso tempo affascinanti.
Piantagioni di thè e alberi da gomma con case in stile coloniale accanto a città ultramoderne, scoprendo che il passato si lega con il presente dando vita ad una singolare fusione di usanze e culture, l'armonia di etnie e religioni abita questo fantastico paese, il richiamo della Malesia non lascia insensibili
Arrivata all'aeroporto KLIA già vedo uno dei capolavori di ingegneria futuristica più importanti al mondo, la bellezza, la grandezza e la logistica per gli spostamenti mi fà rimanere a bocca aperta, credo che tra i tanti aeroporti visti in diverse parti del mondo qui, nulla è imperfetto.
Sulla strada per KUALA LUMPUR mi fermo nella nuova città del 21°secolo, PUTRJAYA con infrastrutture trà le più moderne e particolari, trà i verdi e colorati giardini spicca il lago con i suoi ponti in metallo uno diverso dall'altro moderni ma con un richiamo etnico legando con il PERDANA PUTRA BULDING ufficio del 1° ministro e con la MOSCHEA PUTRA colorata di rosa.
Ogni via è caratterizzata dai suoi lampioni che sono diversi per ognuna di loro.
Si riparte e arrivata alla periferia di KUALA LUMPUR vedo già svettare le sue famose torri.
KUALA LUMPUR una città che regala un miscuglio di edifici antichi e moderni plasmandosi in un ambiente particolarmente armonioso.
KL come viene chiamata dai suoi abitanti è la capitale che stupisce per l'ordine ,l'efficienza dei mezzi di trasporto e per il grande numero di parchi e giardini.
La città celebre per i suoi importanti grattaceli che di notte sono superilluminati ai quali è stato dato il sopranome"il giardino delle luci".
Le PETRONAS TWIN TOWERS sovrastano la città, rimango letteralmente abbagliata dalla maestosità e dalla loro bellezza, cosi imponenti con i loro 452 mt per una struttura in metallo e vetro con un archittettura moderna che richiama l'antico.
La silhouette di questo mega monumento post-baroccheggiante, un pò gopuram di un tempio indù, un pò minareto di una moschea musulmana riassume lo spirito di questa nuova Malesia, nazione multietnica, la struttura studiata in ogni particolare da vita al passato al presente e al futuro.
Visito anche l'interno di queste maestose torri e rimango letteralmente senza parole, un andare e venire di gente, un infinità di negozi e poi guardi verso l'alto....non finisco di stupirmi.
Prendo l'ascensore, non riesco nemmeno a fare un respiro che mi trovo dal piano terra al piano più alto delle torri, sono fantastiche.
Di notte sono ancora più incantevoli ed affascinanti con la sua aurea di luce tutt'attorno creano un ambiente surreale da toglierti il fiato.
Il giorno succesivo visito la città con i vari tempi cinesi, la grande moschea, la stazione ferroviaria e il bellissimo giardino botanico poi mi dirigo alla periferia al BATU CAVES il più importante tempio indù, qui si trova la più alta statua indù al mondo
E' creato all'interno di una grotta raggiungibile facendo una scalinata di 272 gradini, merita veramente il sacrificio di farli è un tempio molto suggestivo che crea attorno a te un senso di tranquillità e serenità indescivibili.
Da qui parto per andare verso la zona montuosa di grande interesse paesaggistico a CAMERON HIGHANDS dove troviamo le più grandi piantagioni di thè della Malesia.
Le colline oltre al brillante verde delle piante da thè si colora con altre coltivazioni come fragole, cavoli, pomodori, carote, pepe verde e naturalmente fiori.
I mercati tipici di frutta verdura e fiori colorano le vie dei paesini respirando profumi di spezie ed incensi,creano un atmosfera serena dei trascorsi tempi coloniali.
Le case nello stile d'epoca che tutt'oggi vengono fatte per mantenere intatto il fascino tra natura e tempo.
Nel tardo pomeriggio la nebbia crea un paesaggio fiabesco, non sembra nemmeno di trovarsi in Malesia
Scesa dalle colline vado alla città di KUALA KANGSAN dove c'è una delle più belle moschee al mondo la UBUDIAH e il PALAZZO REALE del Sultano del Perak.
Le cupole della moschea sono dorate e con la luce del sole riflessa e il contorno con le alte palme sembra un miraggio nella città.
Che dire ogni angolo di questo paese cambia in continuazione lasciandomi sempre più meravigliata da come natura, storia, culure diverse e moderno si fondono insieme.
Succesivamente mi sposto più a nord quasi al confine con la thailandia sull'isola di PENANG o GEORGETOWN con le lunghe spiagge di sabbia dorata e antichi edifici coloniali lungo la costa.
All'interno dell'isola trovo mescolanze di varie culture ed etnie, a pochi metri uno dall'altro trovo tempi cinesi, thailandesi e birmani uno sfavillio di colori e oro che ti abbagliano dalla loro imponenza e diversità.
Nel giorno succesivo mi sposto nella parte sud della Malesia precisamente nella MALACCA.
Tutta la Malesia è incantevole ma forse la MALACCA è la zona che più mi ha colpito dopo KUALA LUMPUR.
Siamo nel periodo dei festeggiamenti del Capodanno cinese e in questa città c'è la maggiore concentrazione di popolazione cinese di tutta la Malesia, quindi tutto è addobbatto per l'occasione.
La città di MALACCA è situata sulle rive del fiume omonimo, centro del commercio per le spezie è immersa in un ricco arazzo di stili di vita e le cucine si fondono nelle vie lasciando profumi particolari.
Le strade, le case, i ponti, tutta la città è decorata da migliaia di lanternine rosse, musicisti ad ogni angolo suonano musiche ben augurali per il nuovo anno, teatranti che recitano per strada, tutto questo crea un atmosfera molto particolare.
Con le feste del capodanno cinese saluto questa città e ritorno a KUALA LUMPUR.
Mi concedo ancora del tempo per la visita di questa stupenda città, per lo shopping e poi per salutare le meravigliose torri che ancora una volta mi fanno rimanere a bocca aperta.
Saluto questo paese che mi ha stupito, non pensavo di trovare tanta diversità in un solo posto.
Ogni città è diversa una dall'altra, sembra di visitare paesi e culture diverse ma alla fine c'è sempre qualcosa che collega il tutto alla madre terra:Malesia
La Malesia un posto veramente MERAVIGLIOSO
Hotel da mille e una favola, anche il più semplice è molto bello e lussuoso.
CROWNE PLAZA a KUALA LUMPUR con vista sulle Petronas
STRABERRY a CAMERON HIGHANDS in stile coloniale
HOLIDAY INN a PENANG direttamente su una spiaggia dorata
RENAISSANCE MELAKA a MALACCA
La colazione e la cena a buffet internazioanle molto varia e per tutti i gusti.
I pranzi fatti tutti nei ristoranti tipici: la cucina molto speziata e piccante, la soia la trovate in qualunque piatto e anche in bevande, la carne è buona ma essendo tagliata molto piccola non sai che tipo di animale sia, il pesce buonissimo qualsiasi è la varietà.
I mezzi di trasporto sono eccellenti qualunque si decida di prendere.
Si può girare tranquillamente sia di giorno che di notte anche nella grande città di KUALA LUMPUR, se andate nella parte povera di notte dove ci sono le baracche è meglio farsi accompagnare da guide ma non c'è veramente niente da vedere.
Solo di giorno è bello andare per assistere alla loro vita quotidiana e al mercato multicolorato.
L'artigianato locale è vario, molto bello e colorato con pochi euro compri un casino di roba.
I locali serali sono molto belli, accoglienti e tranquilli.
I mercatini serali tranquilli, si trova di tutto, anche quello che non immagini, la tecnologia è molto avanti

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...