Tour dell'Austria

località: krimml, schwaz, innsbruck, hall in tirol, werfen, salisburgo, vienna
stato: austria (at)

Data inizio viaggio: giovedì 1 maggio 1997
Data fine viaggio: lunedì 5 maggio 1997

Entrato in Austria con la mia Fiat Tipo da Dobbiaco-Prato alla Drava e visitato il Parco dell'Alto Tauro. Purtroppo dal ghiacciaio Grossglockner in poi una fitta nebbia non mi ha permesso di vedere niente fino alla discesa nella valle opposta dove ho raggiunto krimml. Questa è l'Austria classica con prati perfettamente curati e case linde dai tetti irti. Ho dormito in una tipica locanda con tanto di boccali di birra e barbuto tirolese che suona la fisarmonica. Il mattino seguente ho visitato le note cascate di krimml e la miniera di schwaz a cui si accede con un trenino da uno stretto cunicolo. Nel pomeriggio sosta a innsbruck dove ho visitato il centro storico con l'arcinota casa dal tettuccio d'oro e la grande hall piena di statue di Re e Imperatori nonchè una residenza imperiale posta su di un colle. La sera breve sosta nella tipica cittadina tirolese di hall in tirol e trasferimento, passando per un breve tratto dalla Germania, a werfen dove ho dormito in un affittacamere. La mattina seguente ho visitato la grotta del ghiaccio dove per arrivara bisogna fare un escursione a piedi, prendere una teleferica e poi una funivia. Nel pomeriggio l'incantevole salisburgo con il suo castelo da cui si gode un bel panorama sulla Città, le chiese con pinnacolo una delle quali conserva un villaggio rupestre e soprattutto il ricordo di Mozart. I negozi sono bellissimi e le insegne metalliche a sporto sulla strada principale fanno bella mostra di se. Da qui sono partito per un tour nella Repubblica Ceca ma di questo parlerò nell'omonimo itinerario. Tornando indietro ho fatto tappa a vienna visitando il centro storico, l'altra residenza molto più bella di cui non ricordo il nome ricca di verde, fiori e monumenti (incantevole l'arcata neoclassica della Gloriette) e il Palazzo imperiale di Hofburg. Visitato anche la maestosa cattedrale di Santo Stefano con il Caratteristico tetto policromo e l'irto campanile.vienna è molto bella e ricca di monumenti ma molto triste e austera. La ritengo comunque una tappa fondamentale di un viaggio in Europa. Non ho mancato di mangiarmi una Sacker Torta nella famosa pasticceria del centro.
Qui è terminato il mio tour austriaco ma per dovere di cronaca devo dire che in precedenti viaggi ero stato a Bregenz sul lago Boden, Villach, avevo dormito a Hainburg Donau e fatto una breve sosta a vienna (vedi relativi itinerari). Spesso ho transitato andando verso l'Europa dell'Est per Klagenfurt e Heligenkreuz.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...