A Velden con il San Fao

località: velden
stato: austria (at)

Data inizio viaggio: giovedì 24 maggio 2007
Data fine viaggio: domenica 27 maggio 2007

E finalmente riesco a mettere piede anche nella vicina Austria ed è stata un’occasione veramente speciale!!
È stata una trasferta programmata da tempo e realizzata con i miei compagni di squadra del San Faustino di Rubiera, 2ª Categoria, nella quale milito da circa 6 anni….con risultati e prestazioni….alterne.
Non ci riteniamo solo una squadra di calcio;i rapporti tra di noi si sono cementati in modo incredibile e, oltre ad essere ottimi compagni di spogliatoio, si sono istaurate amicizie e legami davvero forti che ci permettono di sudare e faticare fianco a fianco sul terreno di gioco e di condividere momenti speciali nelle più diverse occasioni.
Già in inverno si parlava del torneo internazionale di Velden, a cui partecipano squadre amatoriali e non provenienti da Italia, Germania, Austria e Turchia. Inizialmente forse nessuno ci credeva per davvero ma poi, mese dopo mese, si è concretizzata la partecipazione a questa manifestazione.
Purtroppo, per i più svariati motivi, non tutti gli “elementi” della squadra hanno potuto partecipare e quindi abbiamo dovuto rimpinguare la “rosa” con amici in comune. Raggiunte a stento le 11 unità, prenotate le camere e noleggiato un pulmino rosa….finalmente si parte!!
Io, Zaro, Caso, Fasso, Antonio, Matte, Melli, Fabio, Claudio, Visco e…..Cadregari , ecco gli eroi di Velden che senza particolari affanni….si sono così ben difesi anche oltre confine, piazzandosi al 14º posto su 90 squadre, giocando 2 partite, pareggiando la prima, vincendo la seconda e…..ritirandosi prima di giocare la terza….!!! Avremmo dovuto giocare la Domenica verso le 10 ma prima…..dovevamo trascorrere il sabato notte quindi, decisione fu mai più saggia!!
L’esperienza è stata fantastica; la trasferta effettuata in pulmino mi ha fatto un po’ ricordare quando ero un ragazzino e in estate si andavano a disputare i tornei giovanili in Spagna e Germania; c’era solo una piccola differenza, il mezzo di trasporto a nostra disposizione era un 20 posti senza aria condizionata, probabilmente omologato per 10 e completamente stracolmo dai nostri esagerati bagagli e dalle nostre “ingombranti” persone. Eravamo ammassati come sardine e quella particolare livrea rosa, metteva in discussione le nostre tendenze sessuali…!!!
Tecnicamente, il team era davvero ben assortito!! In porta Claudio, vero e proprio ultimo baluardo, copriva le spalle ad una difesa/linea Maginaut composta da Zaro, Fabio, Melli, Antonio e Cadregari; questi ultimi vere rivelazioni del torneo con la loro “spinta” costante sulla fascia.
In mezzo al campo come 2 sgombri nell’oceano, il sottoscritto e Max. Davanti a noi il Fasso, con un ginocchio rotto, signore e padrone dei falli laterali a tutto campo. In attacco Matte, al rientro da problemi muscolari (strano…) e Visco davvero fondamentale con un dinamismo pari ad un pachiderma !!!! Ovviamente il fine ultimo non era principalmente quello calcistico ma trascorrere qualche giorno di relax e divertimento in un luogo incantevole.
Infatti, la cornice paesaggistica era davvero magica; per chi come me non era mai stato da queste parti, la sorpresa è stata grande. A fare da contorno al lago, davvero pulito, trasparente e balneabile, una cornice di montagne verdi raccoglieva questa cittadina dai colori vivaci.
Si specchiavano nelle sue acque il castello, il casinò , i piccoli alberghi ed i ristorantini, il porticciolo e le piccole spiagge con ombrelloni e lettini. Durante il giorno Velden si trasforma in…..”un’oasi di pace”, passeggiate sul lungo lago, relax prendendo il sole, sport acquatici, pesca ed un tuffo nelle acque più profonde sono i biglietti da visita più gettonati.
La sera e la notte poi, questa ridente cittadina si anima come le più rinomate località turistiche; al fianco del già citato Casinò, pub, ristoranti, discoteche, boutiques, locali alla moda richiamano non solo i turisti ma anche tanti ragazzi locali dalle strette vicinanze creando un’atmosfera frizzante.
Insomma…una Montecarlo in piccolo!!

Più che un racconto di viaggio, questo è il mio saluto e ringraziamento ai miei amici/compagni di squadra; attraverso queste esperienze condivise, ci si conosce e ci si lega ancora di più e per questo con ancora maggior convinzione, coltiveremo la nostra passione per il calcio anche nella prossima stagione, ancora tutti assieme!!!!

PS: Un saluto ed un abbraccio a tutti gli altri “elementi” del San Fao, Mister Andre, Fonta, Scalzi,Bavvu, Omar, Alessio, Chicco, Pei, Mors, Chiappa, Cotta, Fabione, Zuppi , Giano, Simoncino e matusalemme Cocco, con la speranza di avervi con noi a Velden l’anno prossimo.

P.S. 2: Tutti i diritti sui Vostri nomi sono a me riservati!!!

Un abbraccio ed un saluto a tutti.
Zambo

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...