austria www.born2travel.it

località: bregenz, vienna, lachau
stato: austria (at)

Data inizio viaggio: domenica 1 luglio 2001
Data fine viaggio: domenica 1 luglio 2001

se vuoi saperne di più o vedere tutte le foto visita: www.born2travel.it

09. 08. 2001 Vienna (Austria)
Eccomi nella chiesa di "Stephansdom" a Vienna.
Che notte! Non so ancora che giro abbiamo fatto ma prima è entrato un controllore, poi la polizia di frontiera polacca, poi quella ceca, poi un altro controllore, poi di nuovo quella ceca e subito dopo quella polacca, dopo un pò di nuovo quella ceca e poi quell'austriaca... Ad un certo momento non ci ho capito più nulla, so solo che ho "dormito" con il passaporto e biglietto del treno in mano, gli stessi che prima di partire avevamo nascosto così accuratamente!
Vienna è stupenda, ricca di bellissimi monumenti dell'epoca austro-ungarica. Davvero molto elegante e romantica!
Solo che eravamo stanchi morti e la "maratona" dalla stazione dei treni al centro, con gli zaini sempre più pesanti, sulle spalle, è stata molto dura.
In serata siamo ripartiti per Bregenz. Città di Philipp. Che scorci pittoreschi si vedono da qui!
Quanti paesaggi diversi. Quante emozioni discordanti. Quanti ricordi differenti ma sempre con lo stesso spirito e la stessa voglia di averne ancora... sempre di più... per sempre.
10. 08. 2001 Bregenz (Austria)
Osservavo il mio amato zaino, con tutti i suoi badges, ognuno dei quali sembra simboleggiare un bottino di guerra! Con lui ho vissuto tre inter rails, belle e cattive esperienze. Poi il mio amato pantaloncino da viaggio. Anch'esso mi ha accompagnato dappertutto. Più è sporco e più me ne vanto. Mia mamma, quando torno a casa dopo un'inter rail, lo deve lavare tre volte prima che ritorni il suo colore naturale. Io, durante un viaggio, non l'ho mai lavato proprio perchè ogni singola macchiolina mi ricordava qualcosa, idem quest'anno: sulla tasca inferiore destra campeggia la macchia di marmellata alla fragola (della colazione in ostello in Lussemburgo), su quella destra in alto: un piccolo alone scuro mi riporta alla mente un'altra colazione (sul traghetto Helsinki-Tallinn, quando dimenticai nella tasca una piccola confezione di burro che poi si sciolse lasciandomi la firma!)...
In pochi giorni di viaggio all'avventura, a contatto con persone e situazioni sempre diverse: impari più cose di quante ne possa apprendere in un anno chiuso all'interno delle quattro mura del tuo paese, città o nazione!
La casa di Phil è molto carina, moderna ed artistica. Lui vive qui con il padre. Appena arrivati facciamo un salto in un pub a bere qualcosa dove ci ha presentato alcuni suoi amici. Lui era tutto eccitato per la nostra visita!
11. 08. 2001 Bregenz (Austria)
Phil che a Stoccolma non si fidava nemmeno a lasciarci una sua penna in mano (per via del nostro essere così estroversi, così lontani da loro "freddi germanici"), ora ci ha lasciati addirittura le chiavi di casa sua!
Nel pomeriggio con Patrick e Jasmine (due amici di Phil che abbiamo conosciuto ieri sera), siamo andati a pranzare in Germania! Ebbene sì, Bregenz è a quattro km dal confine tedesco e 50 dal Liechtenstein. Subito dopo siamo andati a visitare il lago di Costanza, a Lindau. Abbiamo visto il famoso dirigibile "Zeppelin Nt" in volo! Ci siamo divertiti molto. In particolare mi ha colpito il senso civico di Patrick, grande amante dell'ambiente! Quando doveva gettare qualcosa non si faceva alcun scrupolo, ovunque fosse e qualunque cosa avesse in mano la buttava a terra! Che si trovasse sulla riva del pulito lago di Costanza o nel centro di Bregenz faceva poca differenza.
La caratteristica di questo lago è che con un colpo d'occhio potevi ammirare ben tre nazioni: Svizzera, Austria e Germania!
[Pedro Daniel Aguiar Lopes da Porto, Portogallo]: "Devi solo goderti il giro"! penso che tutte le persone del mondo dovrebbero essere obbligate a provare un'esperienza del genere... Vedi il mondo nella sua migliore veste. Vedi colori che mai nessuno ha visto, senti rumori mai avvertiti, raggiungi un livello di sensibilità impossibile da definire. Improvvisamente trovi risposte a tutto ciò che c'è nel mondo, c'è una conoscenza globale della vita. Mi sentivo in un certo senso la persona che avrei voluto essere. Ho raggiunto la pace. Non esistono problemi, solo soluzioni.


[ continua su: www.born2travel.it ]

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...