Caviale e petrolio : AZERBAIJAN

viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio AZERBAIJAN AZERBAIJAN
Caviale e petrolio

Baku

Impianti petgroliferi a sud di Baku
foto inserita il
16 Sep 2006 01:34
Impianti petgroliferi a sud di Baku
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Caviale e petrolio

Località: Baku
Stato: AZERBAIJAN (AZ)
0

Data inizio viaggio: domenica 24 dicembre 1995
Data fine viaggio: mercoledì 27 dicembre 1995

IL CAVIALE, L'ORO NERO DEL MAR CASPIO. Questo Natale ci sarà poco caviale in giro per il mondo: tre dei maggiori produttori mondiali, Russia, Azerbaijan e Kazahstan, si sono autoimposti di non pescare più storioni per questa stagione per non incorrere nel bando della CITES (l'organismo delle Nazioni Unite che regola il commercio di specie protette) e per cercare di salvare una specie la cui sopravvivenza è criticamente minacciata. Il perché è presto detto: per ottenere il caviale, le uova non fecondate dello storione, è necessario uccidere la femmina. Questa specie cresce lentamente e può raggiungere e superare i cento anni di età: uccidere le femmine prima della riproduzione è un vero crimine biologico. I dati ufficiali mostrano che le catture sono crollate del 90% negli ultimi venti anni a causa dell'inquinamento, della distruzione dell'habitat nel quale vivono i pesci ma soprattutto della pesca totalmente priva di controlli. Il giro d'affari annuale è stimato attorno il miliardo di dollari: il 90% da traffico illegale. Per ogni tonnellata di storione "legale" ne vengono messe in commercio infatti dalle 9 alle 12 tonnellate, da aziende spesso fondate con capitali della criminalità organizzata che hanno preso il posto delle aziende statali sovietiche dopo la disintegrazione dell'URSS. La sospensione della pesca è parte di un programma di 12 mesi volto alla ricostruzione degli stock di storione ed è stato annunciato nel corso della riunione della CITES di Parigi; gli stati membri avranno il permesso di commercializzare il caviale estratto in primavera. I dirigenti della CITES hanno ammesso che questa misura temporanea non avrà probabilmente effetto immediato sul commercio illegale, ma i tre paesi si sono impegnati ad adottare un piano a lungo termine che prevede anche la lotta al contrabbando con l'aiuto dell'Interpol e della stessa CITES. Altri due paesi produttori, l'Iran e il Turkmenistan, non erano presenti alla riunione; mentre la situazione in Iran è sotto controllo - la produzione è saldamente nelle mani del governo che attua una vigilanza strettissima contro I contrabbandieri - il Turkmenistan dovrà adeguarsi alle direttive o sarà colpito dal bando totale delle sue esportazioni di caviale. Tutti e cinque questi paesi hanno infatti firmato il trattato CITES che consente all'agenzia di bandire le importazioni di prodotti a base di specie protette. Il bando è un primo passo nella giusta direzione ha affermato Ellen Pikitch, della Wildlife Conservation Society "ma per una specie che cresce lentamente, vive un secolo e impiega molti anni a raggiungere la maturità sessuale, non ci sono soluzioni rapide".

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Impianti petgroliferi a sud di Baku

campagna azera

La catena del Caucaso

Pesca allo storione
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: tizimari

  • Cip Civectitis Civetta
  • Età 6750 giorni (19)
  • Sâo Tomé

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>