BULGARIA

località: shumen, isperih, montana, sofia
stato: bulgaria (bg)

Data inizio viaggio: domenica 28 ottobre 2007
Data fine viaggio: domenica 4 novembre 2007

Che bella sorpresa la Bulgaria!!
È stato il primo di alcuni viaggi che nei prossimi mesi dovrò fare per lavoro; toccherò alcune zone dell’est Europa e anche più in la…nel resto del mondo.
Come sempre questa è per me un’enorme opportunità professionale nonché la possibilità di dedicare qualche ora alla visita di luoghi che diversamente……chissà quando avrei mai visto.
Partire per la Bulgaria ha significato un po’ un salto nel buio….in effetti, per quel che mi riguarda, quando ho pensato ad un viaggio difficilmente l’orizzonte portava a questa terra.
Poche cose sapevo e , anche tutt’ora, poche cose so di questo paese, ma ho la consapevolezza che una visita da queste parti vale la pena.
Purtroppo ho solo sfiorato le zone di maggior interesse turistico, pernottando nelle industriali località di Sumen, Isperich, Kaspican, Montana e trascorrendo giusto 3 notti a Sofia.
Le impressioni più vere che ho nella mia testa sono quelle vissute on the road, osservando la vita e le persone che mi passavano accanto; noleggiata la macchina all’aeroporto di Sofia, a me ed al mio collega Luca ci aspettavano 2500 Km da percorrere in una settimana nello sconosciuto territorio bulgaro, muniti del nostro GPS ….malgrado le mappe non fossero così complete….abbiamo viaggiato che è una meraviglia!!
L’impatto immediato è stato abbastanza forte; pensare che questo paese è da poco entrato nella comunità europea e….constatare quanta strada debbano percorrere per raggiungere il resto dell’Europa. È davvero triste pensare che a poco più di un’ora di volo da Bologna, si possa trovare ancora tanta povertà, degrado e scarse prospettive nel breve termine. Per le persone che ho conosciuto, per i nuovi amici che ho lascito la, spero che l’ingresso nella comunità Europea significhi una crescita costante e una luce nuova all’orizzonte.
Detto questo, e lasciata la grigia periferia di Sofia, iniziano le note liete.
Lungo le “nostre” strade, credo di aver fatto un lungo viaggio nel tempo; entrando nell’entroterra……non so perché…..ma è proprio così che mi immaginavo l’Italia anni 40/50
Natura abbastanza incontaminata, campagne a perdita d’occhio, i colori della natura (in questo caso l’intenso rosso e giallo dell’autunno), pianure e dolci colline, animali liberi al pascolo e…..le famiglie in giro con la carrozza.
Questo proprio non lo volevo credere….l’asinello che trainava il carro; alla guida il capo famiglia, la donna al suo fianco, dietro i figli e gli anziani.
Nei dintorni di Shumen ,Isperih non molto da vedere a parte alcuni ricordi monumentali dell’epoca comunista, natura e un paio di siti storico/archeologici.
La Stessa Sofia, escludendo la ristretta area del centro storico, non ha molto da offrire. Ricordo però con piacere il Teatro nazionale con il suo intenso colore rosso e la pedonale Vitosa road, piena di negozi alla moda, ristoranti, bar e tanta gente giovane in giro a fare compere. Da quello che ho potuto capire, sarebbero state altre le zone da visitare……dirigendosi verso il Mar Nero, nelle località di Burgas e Varna, a Plodviv, con il suo famoso anfiteatro, e gli innumerevoli paesini di montagna, tranquilli, silenziosi, incastonati sulle montagne, nel bel mezzo dei balcani.
Per quale motivo visitare/tornare in Bulgaria?
La vita per noi è davvero molto economica, rispetto gli standard europei. La cucina per me è deliziosa, per buona parte a base di carne e, sono arrivato a dire che, dopo l’Italia, la Bulgaria è il posto dove ho mangiato meglio. Tra l’altro i prodotti sono davvero naturali, frutta e verdura sono squisite. C’è un buon artigianato locale, dalle sculture in legno ai tappeti colorati; inoltre molto interessanti sono i mercatini delle pulci a Sofia, vicino alla cattedrale Russa, con oggetti veri e buone imitazioni dell’Europa anni 30/60. L’approccio con le persone è stato positivo, ho trovato tanta disponibilità e cordialità riportando a casa,tra le altre cose, bei ricordi e alcune nuove amicizie.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...