Zagabria by www.born2travel.it

località: zagabria
stato: croazia (hr)

Data inizio viaggio: martedì 1 agosto 2000
Data fine viaggio: mercoledì 30 agosto 2000

se vuoi saperne di più o vedere tutte le foto visita: www.born2travel.it


07. 08. 2000 Zagabria (Croazia)
Alla stazione di Zagabria conosciamo un gruppetto di nove milanesi che aveva il treno per Budapest alle 5.30 e quindi avrebbero dormito lì. Ci aggreghiamo a loro... Takx crolla stecchito... Il Rossho resiste un pò ma quando cominciano a parlare di musica che a lui non piace preferisce tuffarsi tra le braccia di Morfeo... Io resisto fino all'una, poi mi addormento (con piacere!)
Di buon mattino, seduti su un praticello stile inglese a consumare la nostra colazione ci sentiamo già in forza! Ci godiamo la passeggiatina nella piazza centrale, il mercatino dei fiori, della frutta, che tranquillità!
Il Rossho tra qualche ora ci abbandonerà...
[Rossho]: Cari lettori, la storia sta per subire un grosso cambiamento. Io, il Rossho, sto per abbandonare l'inter rail "nel bel mezzo del cammin di nostro viaggio"... Il destino mi chiama (anche l'intestino), dopo Lubiana mollo questi due, mi dispiace abbandonarli perchè sono inesperti e giovani, facili bocconcini per tutti i ladruncoli del mondo, ma gli servirà!
Cavolo, è stato proprio bello. E chi se lo immaginava così l'inter rail? Faticoso ma salutare. Dieci giorni di fuoco, tantissime cose preziose da ricordare.
I posti son stati proprio diversi, particolari, non i soliti luoghi felici e sorridenti... La povertà l'ho vista come uno stile di vita del tutto accettato e vissuto con tranquillità, forse perchè fortemente diffusa.
Dormire nelle stazioni è stata una cosa fortissima! "Poi vediamo" e "ci arrangiamo" due parole d'ordine di questo viaggio!

08. 08. 2000 Lubiana (SLOVENIA)
E così il Rossho ci ha abbandonati...
Da Lubiana ha preso un treno che lo porterà direttamente in Italia.
Che dire di Lubiana, forse un pò troppo tranquilla per essere una capitale. E' una città alpina: quieta, non trafficata, piena di anziani, circondata da alte montagne dove si respira un'aria purissima e con tante biciclette in giro al posto delle auto.
Ci son, però, rimasto male vedendo quattro zingari che nella grande fontana della piazza principale sguazzavano nell'acqua "rubando" tutte le monetine che i turisti avevano lanciato dentro come usanza e nessuno faceva nulla per impedirglielo.
Nel frattempo noi ce ne andiamo, tra un'oretta partiremo e viaggeremo per circa nove ore attraverso l'Austria senza biglietto (almeno ci proviamo!) Senza biglietto perchè in quella nazione non siamo coperti dal nostro inter rail. Cosa succederà? Lo saprete nella prossima puntata.
Il Rossho domani sera dormirà tranquillo in un comodo letto, con lo stomaco pieno e noi?


[ continua su: www.born2travel.it ]

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...