Una giornata tra Brescia e la Costiera amalfitana - Parte II.

località: brescia
regione: lombardia
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: giovedì 12 febbraio 2015
Data fine viaggio: giovedì 12 febbraio 2015

La nostra gita bresciana continua con un viaggio nel viaggio all’insegna della buona tavola: piacevolmente stanchi e affamati, raggiungiamo infatti il Ristorante Pizzeria Cristal, situato in via Valcamonica, facile da trovare essendo in pratica la continuazione della centralissima via Milano. Lasciamo l’auto nel comodo parcheggio e una volta all’interno delle ampie e luminose sale, arredate in un elegante stile moderno, ci sentiamo magicamente trasportati dall’inverno lombardo direttamente nell’estate della Costiera amalfitana. A creare questa piacevolissima atmosfera estiva è la calorosa accoglienza da parte dei titolari campani Franco e Alfonso, esperto pizzaiolo, ma contribuiscono anche le grandi fotografie sulle pareti che ritraggono i favolosi paesaggi della Costiera. Oltre alle immagini dei luoghi la cui bellezza nei secoli ha ispirato numerosi poeti, ci sono anche quelle che testimoniano invece la bravura dei titolari le cui pizze hanno ottenuto vari riconoscimenti ai campionati mondiali ed europei dei pizzaioli. “Abbiamo aperto questo ristorante nel 2008 dopo aver maturato una lunga esperienza anche presso locali di grande prestigio. Abbiamo una conoscenza approfondita dei prodotti e oltre a seguire la stagionalità, poniamo la massima attenzione alla qualità degli ingredienti. Bisogna partire da un prodotto ottimo per poter portare in tavola un piatto eccellente. Questo è un lavoro molto impegnativo, ma per noi è il più bello del mondo”, ci spiega Franco mentre iniziamo a gustare le nostre pizze. L’entusiasmo e la grande solarità con cui lavorano i titolari insieme all’aiutante pizzaiolo Ignazio e a Edi che collabora in cucina, rappresentano la base della loro filosofia. La passione e l’amore per il proprio lavoro diventano per loro degli ingredienti imprescindibili per un piatto riuscito. “Il cliente deve essere coccolato dal momento in cui entra fino al momento in cui va via. E’ importante lavorare con empatia, capire le esigenze di ognuno e rispettare un buon rapporto qualità-prezzo. Io, più che proporre un menù rigido, preferisco ascoltare il cliente e accompagnarlo per le vie di una gradevole esperienza culinaria”, ci confida Franco.
La nostra passeggiata gastronomica ci porta a scoprire gli autentici sapori della cucina campana proposta con piccole variazioni e talvolta attraverso piatti rivisitati con sapienza in modo da creare un valido connubio fra la tradizione e il gusto del Nord. “Per noi queste sfide rappresentano un’evoluzione. La cultura del pesce ce l’abbiamo nel dna, ma è anche importante intuire il modo migliore di proporre i nostri piatti a una clientela del Nord particolarmente esigente. Per fare un esempio, qui gli spaghetti alle vongole vanno presentati in bianco, mentre giù si fanno macchiati”, ci spiegano ancora i titolari.
A questo punto, non ci resta che abbandonarci al piacere delle pizze fumanti che arrivano in tavola in tantissime varietà. Oltre a quelle classiche, scegliamo anche alcune pizze speciali, chiamate coi nomi dei clienti affezionati, (una signora ha addirittura dedicato alla pizzeria una poesia, tanto gradiva la cucina), oltre che con quelli dei titolari. Ad esempio la pizza Alfonso è fatta con pomodoro, mozzarella, scamorza, salsiccia e melanzane fritte, mentre quella dedicata a Franco ha invece il prosciutto, i porcini e il grana. Clodo ha ispirato una pizza col salame piccante, cipolle, acciughe e peperoni, gli ingredienti preferiti di Chiara devono essere invece i porcini, la pancetta e il gorgonzola. Ci sono anche la pizza Patatosa, quella Montagnina, e anche quella Favolosa, fatta con porcini e calamari, ma possiamo anche immaginare di ammirare il Vesuvio gustando la pizza Vulcano che come suggerisce il nome, è preparata con olive e salame piccanti. Ciò che rappresenta il filo conduttore tra tutte queste varietà di pizze, comprese quelle bianche e quelle lunghe mezzo metro servite al tagliere, è la cura degli ingredienti e la lunga e appropriata lievitazione dei tre tipi di impasti diversi utilizzati. Inoltre, ci sono anche la pizza integrale, la pizza fritta e dei lunghissimi calzoni riempiti di ogni ben di Dio. “Ogni ingrediente ha la sua storia che bisogna conoscere a fondo per ottenere un gusto buono e inconfondibile”, è anche questo il segreto della bontà delle pizze di Franco e Alfonso.
Una gita in Costiera amalfitana non può però prescindere dal sapore di mare, eccoci allora a gustare alcune specialità che ci vengono suggerite in base alla disponibilità dei prodotti migliori. Per cominciare, assaggiamo delle capesante gratinate con gli agrumi e una squisita insalata di mare. A seguire, scegliamo i tipici paccheri napoletani ai frutti di mare, dopodiché gustiamo una bella frittura di paranza mentre i nostri amici optano per i calamari con rucola, pomodorini secchi, grana e aceto balsamico.
Infine, cediamo volentieri alle dolci tentazioni dei dessert fatti in casa tra cui il tiramisù e la crema catalana, ma sono altrettanto deliziosi anche quelli che arrivano direttamente dal laboratorio del noto pasticcere della Costiera amalfitana, Salvatore De Riso.
Se fosse ancora di moda affidare dei messaggi alla statua della Lodoiga, il nostro sarebbe senza dubbio di ringraziamento per le emozioni e per l’ospitalità che abbiamo ricevuto durante questa giornata, nonché di auspicio di poter tornare qui di nuovo il prima possibile.

Francesca Bertha

PER INFORMAZIONI:
www.comune.Brescia.it
www.pizzeriacristal.com
Ristorante Pizzeria Cristal
Via Valcamonica, 27
030/3229996

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...