Dalla Villa Reale al favoloso mondo del sushi brasiliano: viaggio nel viaggio a Monza - Parte II.

località: monza
regione: lombardia
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: mercoledì 30 marzo 2016
Data fine viaggio: mercoledì 30 marzo 2016

Iniziamo sorseggiando uno dei coloratissimi cocktail preparati dal bravissimo Andrea e assaggiando delle Japanese Tapas, degli sfiziosi appetizer da gustare in attesa delle portate successive. Scegliamo l’Edamame, ovvero dei bacelli verdi di soia, i Nachos Guacamole, dei chips di farina mais con salsa Guacamole e il Wakame Salad, un’insalata di calamari, zenzero e alghe.
A seguire, scopriamo i Tartare e Chirashi, che sono un po’ come degli antipasti. Stupendi da vedere e magnifici da gustare, ecco il Pomegranate e Citrus, che consiste in del salmone lavorato con salsa agli agrumi e lacrime di melograno, e il Crunch Sake, ovvero del salmone lavorato con crunch di tempura, mango e uova di ikura. Il salmone è protagonista anche di Avocado & Almonds, dove è preparato con salsa Teriyaki ed è servito su un letto di avocado e con una copertura di mandorle tostate e tobiko rosso.
Proseguiamo nel mondo incantato degli Uramaki e dei Temaki, che sono dei roll e dei coni di alga con al loro interno del riso e tante sfiziosità. Uno dei nostri preferiti è il Tiger Roll, vero e proprio cavallo di battaglia del ristorante. Si tratta di gambero in tempura e maionese, ricoperto con salmone, salsa teriyaki e salsa spicy. È sempre a base di gambero in tempura e maionese, ma ricoperto con farina di mais, Guacamole e fili di peperoncino il piatto El Mariachi, mentre il Tuna Flambado presenta il gambero in tempura ricoperto con tonno scottato, crema al tartufo bianco e scaglie di tonno essiccato.
Chi l’ha detto che il sushi debba essere fatto per forza di pesce? Il sushi, nella concezione di questo ristorante, è prima di tutto un’idea, una filosofia, un modo di interpretare e di presentare i piatti. Da ciò consegue che è possibile “sushizzare” anche piatti italiani, basta avere quel “sushi factor” che a Giada non manca di certo. Ecco allora che anche i nostri amici che non amano il pesce, possono godersi dei piatti ricercatissimi come il Beef Roll, fatto con tartare di manzo e crunch tempura, ricoperto con avocado, carpaccio di manzo scottato, cipollotto e salsa Tonkatsu.
Continuiamo con i deliziosi Gunkan, assaggiando il Cheese Zucchini, lo Yukke Sake, fatto di salmone con uovo di quaglia, tobiko ed erba cipollina, e il Kobe, altro piatto perfetto per i carnivori: tartare di manzo al coltello, avocado e mandorle. Non possiamo certo resistere nemmeno ai Nighiri, che sono dei cubetti di riso coperti con del carpaccio. Ci piacciono in modo particolare il Maguro Fois Gras, ovvero tonno scottato al fois gras con aceto balsamico ed erba cipollina, il Sake Tartufo che è salmone scottato con crema ed olio profumati al tartufo, e il Maguro Tropical, composto da tonno, carpaccio di mango e tartare di gamberi.
Se il sushi non deve essere per forza a base di pesce, è anche vero che gli ingredienti da sushi possono essere anche serviti in forme diverse, come dimostrano le specialità “Non solo sushi”, tra cui assaggiamo ad esempio il Black & Yellow, piatto di riso Venere con code di gambero e julienne di zucchine su crema allo zafferano. Ci conquista anche la Tropical Experience, che consiste in un bel trancio di salmone scottato su letto di verdure alla soia, chips di patate viola del Sud America accompagnato da salsa al mango, ma apprezziamo molto pure i gamberi in pasata kataif con dadi di avocado e pomodorini Pachino. Sempre per chi preferisce la carne, ecco il Fun Beef, una rivisitazione della tagliata, composta da tataki di manzo con fagiolini all’olio di sesamo e chips di patate con salsa Teriyaki.
Oltre agli amici che prediligono la carne, nel nostro gruppo ci sono anche persone che la pensano esattamente al contrario, essendo vegetariani o vegani. Ma niente paura: anche loro, così come i bambini, possono trovare l’interpretazione di sushi adatta a loro. Ci sono addirittura i burger, tra cui spiccano il Veggy per i vegani e il Green per i vegetariani. Per le anime marinare è imperdibile il burger con tonno, gambero e salmone, mentre i terricoli possono gustare il burger Black Angus.
Una cena così deliziosa e ricercata sia nella sua sostanza che nella sua forma, non può che finire in gran dolcezza. Anche i dessert sono fatti da Giada e certo anche qui non viene meno la concezione sushi: sapori squisiti presentati in una forma artistica. Eccoci allora a gustare, con gran divertimento anche dei bambini, i Banana Rolls, una vera e propria banana incantata, presentata a fette con favolose scaglie di cioccolato. I nostri amici scelgono la Tartare di frutta esotica su biscotto di frolla e trovaimo irresistibile pure il Cheese Cake, mentre le amiche vegane si dedicano con passione alla loro torta vegana.
Dopo questa splendida giornata, possiamo solo sperare che la prossima occasione per tornare qui si presenti con velocità da Formula Uno. Una volta a Monza, a rallentare ci penseremo seduti a tavola: ci sono ancora tante specialità sushi che aspettano di essere assaggiate.

Francesca Bertha
www.francescabertha.it

PER INFORMAZIONI:
www.comune.Monza.it
www.barracudatropicalmaki.it
Ristorante Barracuda Tropical Maki
Via Gianfrancesco Parravicini, 34
Tel.: 039/2312400

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...