Piemonte-Torino

località: torino, superga
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: martedì 1 gennaio 2008
Data fine viaggio: martedì 1 gennaio 2008

Splendido il capoluogo del Piemonte, torino, che fù pure la prima capitale d'Italia essendo partito da qui il risorgimento del nostro Paese. torino è una città nobile discreta, ricca di storici palazzi aristocratici che fanno bella mostra di sè in ampi corsi e maestose piazze dove è bello passeggiare osservando le architetture e assorbendo i piacevoli odori che escono dai numerosi caffè. Piazza Castello è il cuore del centro storico con il Castello che la domina al centro e il Palazzo Reale. Ma il simbolo di torino è la Mole Antonelliana la cui irta cupola è visibile anche da lontano, all'interno custodisce il Museo del Cinema allestito in modo davvero originale con ricostruzioni di set cinematografici, locandine di famosi film e dove sono ricreate atmosfere da sogno. E' possibile pure fare un viaggio agli albori della cinematografia utilizzando le prime rudimentali macchine per il movimento dell'immagine come le lanterne magiche. La prima volta che vidi il Museo del Cinema fù da bambino con mia madre e la sua Fiat 850 special. In quel periodo il Museo era ospitato al piano terra di un palazzo di Piazza Castello e la Mole Antonelliana chiusa al pubblico. Nel corso di quel breve soggiorno entrai nella Chiesa che ospita la Sacra Sindone, il lenzuolo dove, secondo la tradizione religiosa fù avvolto il corpo del Crocifisso. Nei due giorni in città io e mia madre salimmo con un trenino sulla collina di superga che ospita il Santuario ma anche la memoria del tragico incidente aereo dove perì il la squadra di calcio del torino durante il volo di ritorno da una trasferta in Portogallo. All'epoca del viaggio ero un appassionato di calcio e così andai allo Stadio Comunale per vedere la partita tra Juventus e Bologna (1 a 1 per la cronaca con due rigori per parte).Visitammo pure l'interno di Palazzo Reale con le sue sontuose stanze, i suoi giardini e il Castello antistante. Rimasi soprattutto impressionato dalla visita al Museo del Risorgimento che ospita tra l'altro il Parlamento Sabaudo che diede vita all'Italia. Avevo studiato da poco a scuola il periodo risorgimentale e vedere il luogo che fù fulcro dell'unità d'Italia fù per me un emozione. Interessante anche il giardino zoologico e il Parco del Valentino.
Questa però non è stata la mia prima volta a torino, c'ero già stato alcuni anni prima in gita scolastica con la scuola elementare per visitare il Museo Egizio, il più importante al Mondo dopo quello di Il Cairo. Avevo studiato con attenzione l'Egitto e riponevo molte aspettative da questa visita e fù probabilmente per questo che mi apparse deludente ma i miei occhi erano quelli di un bambino con relative capacità di analisi.
La mia giovanile passione per il calcio e infatuazione per la Juventus mi ha riportato a torino almeno in altre tre occasioni, due volte con un club di tifosi bianconeri si limitarono allo Stadio per vedere il match (Juventus-Avellino e Juventus-Celtic Glasgow) ma in una di queste (Juventus-Napoli) fui ospitato da un conoscente che su mia richiesta mi portò a rivedere il Museo del Risorgimento che tanto mi aveva appassionato anni prima.
Sono tornato a torino successivamente per una visita medica e per lavoro dovendo commentare una partita dimostrativa di pallone elastico proprio in Piazza Castello versione invernale con un pò di neve sul tetto di Palazzo Reale.
Infine l'ultima visita di torino per assistere alle Olimpiadi Invernali a cui vi rimando in "torino Olimpica".

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...