Piemonte-Torino Olimpica

località: torino, pragelato, sestriere, pinerolo, oulx, cesana pariol
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: martedì 1 gennaio 2008
Data fine viaggio: martedì 1 gennaio 2008

Se torino mi era piaciuta anche nelle diverse volte che c'ero stato in precedenza, in occasione dei Giochi Olimpici Invernali era ancora più bella. Ero già stato ad altre edizioni delle Olimpiadi d'Inverno (Albertville in Francia e Lillehammer in Norvegia) ed ogni città, anche quella normalmente meno interessante assume un aspetto e un atmosfera del tutto particolare. La normale bellezza di torino ha solo amplificato questo effetto, una città invasa da atleti e turisti provenienti da tutto il Mondo, architetture nuove o rinnovate per l'occasione, spazi espositivi temporanei, servizi efficentissimi migliori di quelli provati nella nordica Lillehammer. Le gare si svolgevano soprattutto in Provincia ma la sera le piazze e le strade centrali del capoluogo si illuminavano a festa e venivano invase da una folla cosmopolita festante che abbracciava idealmente i propri beniamini durante le premiazioni in Piazza Castello. Sono giunto a torino in treno con un amico e acquistati i biglietti precedentemente prenotati sul web siamo partiti con un treno gratuito per pinerolo dove abbiamo assistito a una partita di curling che vedeva impegnata la nazionale italiana. Da qui, dopo aver mangiato nella tensostruttura ristorante appositamente allestita per i Giochi, siamo tornati in città a respirare un pò di clima olimpico. La sera non avendo trovato alloggio a torino siamo andati in treno ad Asti per dormire in un hotel prenotato sul web. Il giorno seguente in treno da Asti a torino e da qui con i mezzi gratuiti messi a disposizione dall'organizzazione abbiamo risalito la Val Tisone passando per Villar Perosa (il paese di origine della famiglia Agnelli), Perosa Argentina, fermandoci a pragelato dove abbiamo assistito per la gara di combinata nordica prima alla prova di salto dal trampolino poi a quella di fondo. Abbiamo poi proseguito con un bus navetta gratuito fino alla celebre località turistica del sestriere dove si svolgevano le prove olimpiche di sci alpino. Qui abbiamo cercato e trovato un compaesano impegnato come tecnico video per una nota televisione. Aveva un appartamento a disposizione in pieno centro e dal terrazzo si vedevano le piste dello slalom e la famosa torre simbolo della località. Ancora in bus gratuito ci siamo spostati alla vicina cesana pariol dove con una funivia siamo andati a vedere la pista di bob e slittino. Ridiscesi con la nuovissima funivia abbiamo ripreso un bus gratuito per oulx e da qui in treno a torino. Giunti in città ci siamo diretti al Palaghiaccio per assistere alla finale del torneo femminile di hockey su ghiaccio terminata la quale abbiamo preso il treno per il nostro hotel ad Asti. Al risveglio abbiamo fatto una breve visita al centro storico della città prima di tornare in treno a torino dove staremo tutto il giorno. Al mattino visita al parco olimpico creato per l'occasione all'interno del quale c'era pure la possibilità di pattinare su ghiaccio o provare a giocare a curling. Qui abbiamo acquistato una tessera che ci permetteva di visitare alcuni importanti luoghi cittadini. Per motivi di tempo evitavo il Museo Egizio e quello del Risorgimento che già conoscevo concentrandomi sulla visita guidata di Palazzo Reale con sontuose stanze ricche di arazzi e arredi sabaudi, sull'Armeria Reale, sulla Chiesa che ospita la Sacra Sindone di cui però è visibile solo una copia del lenzuolo che secondo la tradizione religiosa avvolse il corpo del Crocefisso e sulla Mole Antonelliana che ospita il Museo del Cinema già descritto in "Piemonte-torino". La tessera ci ha pure permesso un escursione turistica in bus per scoprire angoli della città un pò meno conosciuti. La sera siamo andati al palaghiaccio per assistere alla gara di corsa con i pattini. Al termine della prova siamo tornati a casa in treno.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...