Finding Nemo

località: genova, sori
regione: liguria
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: giovedì 8 luglio 2010
Data fine viaggio: domenica 11 luglio 2010

Genova. Ti vengono subito in mente Fabrizio De Andrè, Paolo Villaggio, Renzo Piano e molti altri. Ma Genova è anche la città dell'acquario più grande d'Italia, secondo in Europa dopo quello di Valencia (Spagna) progettato proprio dall'architetto Renzo Piano. Quando si hanno dei figli, i pesci sono tra le specie animali tra le più ammirate. Forse perchè vivono nell'acqua, elemento molto amato dai bimbi (e non solo), forse perchè sono colorati oppure semplicemente perchè sono pesci..! Partiamo per Genova insieme ai nostri amici Simona, Claudio ed il piccolo Lorenzo. Da tempo avevamo deciso di fare un viaggetto insieme. L'occasione si presenta con il caldo estivo e con il desiderio comune di far stare un pò insieme i nostri marmocchi.

Programma di Viaggio
gio 08 > mattina ufficio, tardo pomeriggio volo FCO > GOA
ven 09 > mattina acquario, pomeriggio città dei bambini
sab 10 > mattina e pomeriggio spiaggia di Sori
dom 11 > mattina a zonzo per Genova, pomeriggio volo GOA > FCO

www.parkingo.com
network di parcheggi aeroportuali molto utile per chi desidera raggiungere i principali aeroporti italiani
con la propria auto
www.blu-express.com
www.hotelcairoligenova.com
Recensione su: www.tripadvisor.it/members/CAT-TEO-DVD
www.arrivalguides.com

GRAZIE a Simona e Claudio per aver condiviso con noi questo torrido lungo fine settimana.
GRAZIE a Lorenzo per le bisbocce, i tuffi e le merende condivisi con a Matteo e per avergli dato la parvenza
di essere "grande".

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

Porto Antico

venerdì 9 luglio 2010

Dopo tanto parlare eccoci finalmente all'acquario. I bimbi fremono, Matteo vuole vedere i pinguini e gli squali, Lorenzo i pesci. l'acquario ha diverse proposte di ingresso. noi dopo averle studiate tutte a tavolino (il giovedì a mensa durante la pausa pranzo) abbiamo optato per PianetAcquario che comprende l'acquario (ovviamente), la foresta dei colibrì e la biosfera. a questo pacchetto abbiamo aggiunto la Città dei Bambini (biglietto acquistato a parte). ci è sembrato un buon compromesso per avere una buona veduta d'insieme. le altre (galata museo del mare, sommergibile S518 nazario sauro, bigo) ci sono sembrate un pò troppo da grandi e quindi meno adatte per i due marmocchi. Genova, per fortuna, non è in capo al mondo per cui si può sempre ipotizzare di tornarci quando saranno più grandi.

www.acquariodigenova.it

Da evitare: Focacceria Le Leccornie
Si trova nella Galleria Atlantide (Acquario-Porto Antico). Le focacce lasciano il tempo che trovano ed il personale non è granchè simpatico. All'esterno ci sono tavolini sporchi e trasandati frequentati da individui di varia natura tra i quali troviamo senza tetto, ubriaconi, trans. loschi individui e
e donne di piacere. ambiente decisamente poco adatto per una pausa pranzo.

ACQUARIO
bello l'interno, dismesso l'esterno, pessima ed oscena l'accoglienza del personale (sopratutto alle casse). forse ci
aspettavamo qualcosa di più, forse le nostre aspettative sono state superiori al risultato finale, ad ogni modo la visita è stata molto piacevole e la consigliamo vivamente.

LA FORESTA DEI COLIBRI
in un primo momento sembra la classica bufala. un ambiente non molto grande con molta vegetazione dove si pensa sia impossibile trovare un solo colibrì in giro. invece ci si sbaglia. i colibrì ci sono e si fanno anche osservare per bene dato che non sembrano affatto infastiditi ed impauriti dagli esseri umani.

BIOSFERA
si trova al di fuori dell'acquario è una struttura di vetro e acciaio che ospita al suo interno 150 specie vegetali e molte specie animali tra cui anfibi, rettili (dove?), insetti e uccelli. il giro si compie molto velocemente ma noi lo abbiamo fatto più volte cercando di scoprire sempre nuove piante e fiori sfuggiti
al primo sguardo. tra gli animali che popolano la Biosfera l'Ibis rosso è quello che ci è piaciuto maggiormente.

LA CITTA' DEI BAMBINI
Il centro ludico-didattico-creativo è pensato per bambini e ragazzi (perchè non i grandi?) dai 2 ai 14 anni. La sua realizzazione avviene su concezione della Cité des Sciences et de l'Industrie di Parigi (ma va'?). siamo nel primo pomeriggio, fa molto caldo ed una camminata sotto il sole rovente non è proprio la ciliegina sulla torata. Per fortuna c'è un simpatico trenino ci porta fino all'ingresso senza faticare (e sopratutto sudare) troppo. All'ingresso il "piccolo" Lorenzo viene accompagnato nello spazio 2-3 anni, il "grande" Matteo nello spazio 3-5. Lo spazio 3-5 è caratterizzato dalla "madre di tutti i giochi": il cantiere..!. E' un vero e proprio cantiere a misura di bambino. Si deve indossare il caschetto di protezione giallo per poi iniziare a giocare con gru, secchi, cariole, mattoncini di gommapiuma, carrelli su rotaia e silos. L'obiettivo educativo del gioco è la costruzione della casa di cui all'inizio esistono solo le strutture portanti. L'obiettivo dei bimbi presenti è molto più ludico e consiste nel trasportare e sopratutto tirare i mattoncini di gommapiuma dal primo piano dell'edificio. Matteo trascorre la maggior parte del tempo in questa sezione, a parte un paio di "cambi spintanei" verso la seconda zona più bella: mani in acqua. Come indicato nel nome stesso lo scopo del gioco è riempire, travasare ed incanalare l'acqua usando dighe, mulini e contenitori. Le mantelline di plastica blu messe a disposizione sono più un pro-forma che una reale protezione. Poco male, fa veramente caldo e sinceramente avrei gradito anch'io un un pò di acqua sui piedi e sulla testa. Altri spazi nei quali CAT & DVD si sono divertiti sono il formicaio, le bolle di sapone ed il digiwall. L'esperienza in questo centro è stata molto gradevole sopratutto per la mancanza di folla il che ha
permesso ai bimbi di avere molto spazio a disposizione.
La sera ceniamo al Pandemonio, uno dei ristoranti consigliati dal nostro albergatore. dopo una giornata trascorsa
all'acquario ed alla città dei bambini non volevamo cenare troppo distanti dall'hotel. al nostro arrivo (senza prenotazione) ci ha accolto la propietaria (una gentile signora) che ci ha fatto subito preparare un tavolo (4 adulti e 2 bimbi) nella Saletta "Della Colonna" al piano superiore del locale. ci ha servito, una ragazza molto cordiale e disponibile (la proprietaria le dava del lei; inusuale ed elegente). abbiamo
preso trofie al pesto con patate e fagiolini (molto buone ma ne abbiamo mangiate di migliori) e tortino al cioccolato con cioccolata calda (perfetto). al momento dei saluti la proprietaria, occupata con altri clienti ci ha detto: "aspettate un momento che voglio salutarvi per bene". con sorpresa ed immenso piacere abbiamo scoperto che il saluto era accompagnato da un regalo per i due marmocchi: una t-shirt celebrativa del centro storico di Genova. non capita tutti i giorni (a dire il vero mai) di essere salutati in questo modo.

www.cittadeibambini.net
www.pandemonio.biz
Recensione su: www.tripadvisor.it/members/CAT-TEO-DVD

Spiaggia di Sori

sabato 10 luglio 2010

chiediamo al nostro albergatore le spiagge più adatte a famiglie con bimbi nelle quali trascorrere una giornata senza allontanarsi troppo dal centro. oltre a questo devono poter essere attrezzate in quando non abbiamo nulla del consueto armamentario da spiaggia (oltre ovviamente i cotumi e gli asciugamani). per finire devono trovarsi lungo la linea ferroviaria (abbiamo la stazione Genova Principe a due passi).
ci consiglia in modo egregio la spiaggia di Sori. di stabilimenti balneari a Sori ce ne sono diversi. noi andiamo a "LA ROTONDA" (Località Spiaggia lato Levante) per il semplice fatto che ci sembra il più ombreggiato (ma come è noto il sole gira..!). questi i prezzi applicati (i bimbi non hanno pagato, grazie..!). ingresso adulti: 7€ cad. lettini (due): 9€ cad. ombrellone (uno): 5€. 51 europei belli sonanti solo per aver messo le suole delle nostre infradito sulle tavole lignee dello stabilimento. complimenti..! detto questo la spiggia di Sori non è una spiaggia ma una sassaiola..! il mare però è pulito (la mattina) ed è stranamente caldo (ovviamente non siamo ai caraibi). i panini del chiosco suono buoni ed appetitosi. gentile e cordiale il bagnino, assai scorbutica la ragazza alla cassa. al nostro rientro ci fermiamo alla focaceria genovese. locale minuscolo nel quale Yuri (Sara si è trasferita a Milano) sforna la tipica focaccia genovese. la focaccia bianca è strepitosa. molto buona la focaccia alle olive. normale la pizzetta tonda bianca (presa per mio figlio Matteo). Ottimo il Pandolce genovese.
la sera ci rechiamo al ristorante La Volpe E L'Uva vicino a due passi due dall'hotel. i bimbi (solo loro?) sono pò stanchini dalla giornata di mare per cui meglio non avventurarsi troppo. le sere precedenti abbiamo visto dei tavolini all'aperto e la cosa ci stuzzica. ma non abbiamo fatto i conti con il fatto che è sabato sera, il locale è assai conosciuto a Genova, quindi pieno, e sopratutto con il fatto che non abbiamo prenotato..! . tavolo fuori no. il proprietario ci fa comunque preparare molto cordialmente (due marmocchi fanno effetto?) un tavolo all'ingresso del locale, vicino alla cucina. perfetto, si mangia..! abbiamo preso trofie al pesto con patate e fagiolini (ottime), trancio di tonno all'aceto balsamico (ottimo), tortino al cioccolato con salsa di pere (molto buono) e torta alla meringa con cioccolata calda (molto buona). che dire: proprio una cena con i fiocchi..!

http://comune.Sori.ge.it

Focacceria genovese
Piazza Fossatello 9
348 5471831

La Volpe E L'Uva
Vico dell'Argento, 13-r
16124 Genova (GE)
Recensione su: www.tripadvisor.it/members/CAT-TEO-DVD

Pippo

domenica 11 luglio 2010

l'ultima mattinata a Genova la spendiamo all'ombra del duomo ed il primo pomeriggio facendo un giro della città sugli ormai classici trenini da turisti. a dire il vero non siamo entusiasti,
troviamo la cosa un pò ridicola, ma il caldo non ci permette di strapazzare troppo i bimbi che tralaltro hanno occhi solo per questo colorato (ma anche esteticamente simpatico) treno in attesa di essere assaltato. il giro è piuttosto ampio, non malvagio ed alla fine abbiamo preso un pò di aria
lasciandoci trasportare per le vie di una città senza dubbio incantevole che merita di essere visitata.

www.treninopippo.it