Norvegia, fiordi "infernali"

stato: norvegia (no)

Data inizio viaggio: domenica 9 settembre 1990
Data fine viaggio: venerdì 14 settembre 1990

La Scandinavia fino al Circolo Polare Artico, tutta in treno. Un viaggio lungo un mese attraverso Italia, Svizzera, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia. Fino a Rovaniemi, la città di Babbo Natale, nel freddo del nord Europa.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

domenica 9 settembre 1990

Dopo aver attraversato, tutta in una notte, la Svezia, arriviamo a Oslo. Sul treno conosciamo Robert Z., un ragazzo australiano coi genitori italiani, che parla italiano. Resterà con noi per quasi tutto il viaggio. A Oslo fa un freddo boia, e mi compre guanti e sciarpa. E' una città strana, Oslo, tutta nuova perchè ha preso fuoco un po' troppe volte, e un po' troppe volte hanno dovuto rimmeterla in piedi. C'è tanto legno, a Oslo, e quartieri carini, ma non ne conservo un ricordo particolare, non ho visto qualcosa che mi abbia colpito davvero. La lasciamo dopo due gorni, per farci il giro dei fiordi. La prima tappa è Bergen, poi Trondheim.

martedì 11 settembre 1990

A Trondheim alloggiamo in un ostello carino e zeppo di ragazzi, conosciamo un americano che in Europa in una base Nato, e ora si fa qualche giorno di vacanza. E' decisamente grosso e quando andiamo a Hell, il fiordo più bello della zona, resta indietro. Ma poi ci ritroviamo tutti, a mangiare scatolette nell'erba, parlando in un misto di italiano e inglese che fa ridere tutti. Dopo le casette di legno colorato di Trondheim arriviamo a Narvik, nell'estremo nord della Norvegia.

giovedì 13 settembre 1990

Da Narvik partiamo verso Capo Nord, in autobus. Un viaggio lungo e stancante, ma affascinante. Il freddo è sempre più intenso, ma il ricordo di quel posto, e di quel mare, non ci lascerà mai. La nostra avventura in Norvegia sta per finire, da Capo Nord viriamo verso sud, verso la svezia.