CON IL CAMPER A CAPO NORD (3)

stato: norvegia (no)

Data inizio viaggio: martedì 6 giugno 2006
Data fine viaggio: venerdì 9 giugno 2006

In una piazza vediamo tanta gente vestita in modo elegante,
gli uomini tutti in alta uniforma della marina, le donne in lungo, in rosso e con stoffe pregiate vanno ad
un matrimonio.
Sono le 20 e decidiamo di rientrare al campeggio, domani riprenderemo la visita di Stoccolma,
del Castello Reale e del centro storico
DOMENICA 4 GIUGNO
Stoccolma
Fa caldo e ci alleggeriamo i vestiti. Siamo nella piazza del Castello residenza dei Reali di
Svezia, accompagnati da guide in inglese lo visitiamo, poi proseguiamo per visitare il tesoro della casa
reale, l’esposizione dei vestiti indossati dalla regina fino al 2000, le carrozze, le cappelle reali, insomma
tutto.
Sono le 12 ed abbiamo la fortuna di assistere al cambio della guardia che ci entusiasma per
l’esecuzione precisa dei militari. Siamo nel centro del centro di Stoccolma, nella sua piazza più
importante, circondata da case colorate e piene di fiori, da bar all’aperto, da strade strette e tutte piene di
negozi affollati che vendono di tutto dai semplici souvenir alle pelli di renna, ai vestiti in stile lappone.
Qui ci sbizzarriamo per acquistare piccoli ricordi per i nipoti, figli e amici. Pausa pranzo con
panino meravigliosamente ripieno di salmone, gamberetti, verdura, maionese, fette di limone e, per
finire un gelato con la cialda calda, fatta al momento.Il centro è molto piccolo e molto bello; c’è il
vicolo più stretto della Svezia, il monumento più grande del Re, le chiese di tutte le confessioni, le
pietre runiche agli angoli delle case e i posti da fotografare sono tanti e tutti affascinanti.
Usciamo dal centro e subito siamo in mezzo a palazzi imponenti e importanti, più avanti la città
diventa moderna, le strade grandissime e le attività frenetiche.
Decidiamo ora di visitare la città dall’alto e prendiamo l’ascensore della torre, che ci permette
godere di un panorama meraviglioso della città. Per salire, ma anche per scendere, paghiamo il biglietto
e solo dopo aver prelevato i soldi il fattorino ci fa entrare. Qualche nuvola copre il sole, tira il vento e fa
proprio freddo perciò, visto l’ora tarda, riprendiamo la metropolitana per ritornare al campeggio;
domani ci alzeremo presto perché la nave che ci condurrà in Finlandia parte alle sette di mattina.
LUNEDI 5 GIUGNO
Stoccolma- Traghetto per Turku – Helsinki Km 218 e 12 ore di crociera
Sono le 6,30 e, anche se è presto, il sole è già alto nel cielo, arriviamo precisi al porto paghiamo il biglietto e
ci imbarchiamo per la crociera nel mar Baltico attraverso l’arcipelago delle isole Aland: L’arcipelago è composto da 6600 schegge di granito rosso che spuntano dal mare. In ciascun isolotto c’è una casetta rossa e una barca. Questo è il posto di villeggiatura dei Finlandesi, qui godono di una autonomia particolare e diversa dal resto della
Finlandia.
Il panorama è bello, la traversata calma, trascorriamo il tempo giocando a carte, sentendo cantare
i passeggeri in una gara di karaoke e visitando i negozi duty free. Ci sono sale da ballo, i cinema, i
negozi, le sale giochi, i ristoranti ...tutto quello che serve per fare una crociera anche se solo di 12 ore.
A pranzo ci sbizzarriamo mangiando tanto salmone e cuscus, di pomeriggio mettiamo avanti i
nostri orologi di un’ora; a cena mangiamo aringa e pane nero con noci e miele. Sono le 19,30 e
sbarchiamo a Turku in Finlandia la città è carina ma l’attraversiamo velocemente, volendoci dirigere
verso Helsinki per la sosta in campeggio. Alle 21,30 entriamo nel campeggio Amstrad situato alla
periferia di Helsinki da cui dista 20 chilometri, ci sistemiamo in un bel prato, facciamo acquisti nel
negozio del camping e poi andiamo a fare una breve passeggiata fino alla metropolitana distante appena
100 metri dal campeggio.
MARTEDI 6 GIUGNO
Helsinki
E’ come ritrovarsi a Stoccolma o Amsterdam solo che è molto più piccola.
La città ha risentito, nel recente passato, dell’influenza russa (è stata anche un granducato dello
zar) poiché dista da S. Pietroburgo appena 200 chilometri. La cattedrale di Uspenskij è la più grande
chiesa ortodossa del nord e, come tutte le chiese ortodosse, ha all’altare l’iconostasi e la separazione del
celebrante dai fedeli. La piazza principale, piazza del Senato, offre una meravigliosa vista sulla parte
vecchia della città, è circondata dalla Cattedrale luterana, dal palazzo delle università e dal palazzo del
senato e sovrasta la zona più viva e vera della città, e vale a dire il porto vecchio.
Dopo una visita alla cattedrale, ci rechiamo al porto per vedere la famosissima piazza del
mercato piena zeppa di bancarelle di pesce e di tutti i prodotti tipici del grande nord. Qui facciamo una
breve sosta per il pranzo a base di salmone, quadratini di patatine e verdure arrosto, il tutto condito con
salse dolci e innaffiato da una gustosa birra.Altro luogo incantato è il vecchio mercato coperto, pieno di
tante occasioni da assaporare.
Con il tram n.3 facciamo il giro del centro fermandoci dov’è più carino. Grandi strade moderne
con negozi di design finlandese accolgono i turisti che, numerosi, vengono in città per visitare quello
che di più importante la città offre e cioè i numerosi teatri, musei d’arte contemporanea e la più alta
tecnologia elettronica.
Nel nostro girovagare vediamo una bancarella che vende pesce affumicato; chiediamo un
pezzetto di ciascun tipo di pesce, così da poter gustare tutte le specialità: aringhe affumicate con
formaggio, salmone affumicato al pepe rosa, polpettine di pesce essiccato al sole, merluzzo atlantico
stufato, balena affumicata con erbe aromatiche, sgombro ripieno di spezie e formaggio; dopo di nuovo a
vedere le ultime novità tecnologiche della telefonia. Qui c’è la sede della Nokia e vediamo i nuovi
cellulari che da noi arriveranno alla fine del 2006 ma non compriamo nulla data la nostra incompetenza
tecnica. Abbiamo trascorso una giornata piena a Helsinki, ora ritorniamo al campeggio in tempo per
una calda doccia e cena con spaghetti aglio e olio.
MERCOLEDI 7 GIUGNO
Helsinki – Puolanka Km 642
Oggi è una giornata di avvicinamento a Capo-Nord che dista ancora 1500 km. Attraversiamo la
regione dei mille laghi della Lapponia meridionale e presto il panorama cambia, lasciamo l’incantesimo
dei numerosissimi laghi blu con le casette di legno tutte di colore rosso (ci sembra di essere, in piccolonel Canada) ed il verde dei boschi e, ora, davanti a noi vediamo pianure fitte di fiori ed erbe per il
pascolo delle renne che circolano libere e attraversano la strada. Ci fermiamo nei pressi del villaggio di
Puolanka, piccolo villaggio lungo la strada per il Circolo Polare Artico, troviamo uno spiazzo erboso
vicino ad un laghetto da sogno e facciamo sosta per la notte.GIOVEDI 8 GIUGNO
Puolanka - Rovaniemi (Circolo Polare Artico) – Ivalo Km 697
Alle nostre spalle lasciamo prati e boschi, ora il terreno è talvolta paludoso, talvolta brullo, ci
stiamo avvicinando al Circolo Polare Artico (Napapiri in Finlandese) che rappresenta la porta di
ingresso in un mondo sconosciuto ed affascinante e la linea di demarcazione si trova proprio a
Rovaniemi nel villaggio di Santa Klaus (Babbo Natale).
Lungo la strada troviamo le renne che pascolano e qualche volta ci attraversano la strada,
facendoci fermare. Alle 10,30 siamo nel piazzale del villaggio di Babbo Natale. Dalle 11 alle 12 Babbo
Natale riceve i visitatori e noi siamo fortunati perché gli aiutanti (Elfi) ci accompagnano da lui che ci
accoglie subito..
segue............. SE VUOI LEGGERE IL DIARIO COMPLETO CON LE FOTOGRAFIE VAI SU http://www.conilcamper.it/sito/Capo_Nord_06.html

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...