Pasqua 2010 - Lago di Bled

località: lago di bled
stato: slovenia (si)

Data inizio viaggio: giovedì 1 aprile 2010
Data fine viaggio: lunedì 5 aprile 2010

Raduno camper organizzato dal Canaletto Camper Club Italia di Padova

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

Camping Bled - N 46° 21' 42 - E 13° 42' 12

giovedì 1 aprile 2010

Le previsioni del tempo sono brutte, infatti piove.
Autostrada fino a Tarvisio, attraversiamo il confine a Kraniska Gora, da quì non prendiamo l'autostrada, il tratto da fare è breve e non vale la pena di pagare la carissima vignette slovena.
Il Tom Tom ci abbandona, non è programmato per la Slovenia, comunque le indicazioni dateci in partenza ci conducono a Bled senza problemi. Arrivati alla cittadina si segue il lago a sinistra fino al campeggio, ben segnalato.
Il campeggio è molto bello ed attrezzato, piazzole nel verde anche se con un pò di fango, servizi puliti ed ordinati.
Dovremmo essere 56 camper con circa 150 persone, tra cui molti bambini e ragazzi.
Dopo esserci sistemati facciamo cononscenza con altri partecipanti, alcuni li abbiamo già incontrati in altri raduni, ritroviamo una coppia con la quale abbiamo fatto il viaggio a Samarcanda.
Rivediamo Luigi, il bravissimo presidente del club al quale paghiamo l'iscrizione del raduno.

Campeggio Bled

venerdì 2 aprile 2010

Oggi, venerd santo, giro in bicicletta del lago.
Sia io che Tina non siamo molto allenati, comunque inforchiamo la bici e ci aggreghiamo al gruppo, seguiamo la strada tenendo il lago a sinistra, ogni tanto ci sono delle salite, non mi vergogno a dirlo, ma io e tanti altri scendiamo e continuiamo a piedi spingendo la bici, Luigi da bravo capo ogni tanto si ferma ed aspetta gli affannati vecchietti.
Il cielo è coperto ed ogni tanto piove, tutti sono attrezzati con impermeabili adatti alle bici, il panoramo è splendido e scatto parecchie foto, arrivati a Bled non si continua sul lago ma si sale verso la montagna ed attraversiamo piccoli paesi di contadini. Tornati sul lago lo si percorre fino al campeggio, stanchi ed affamati rientriamo nei nostri camper a prepararci una bella e meritata pastasciutta.
Dopo un meritato riposo, Luigi con la sua trombetta, chiama a rapporto i camperisti: si parte a piedi per il castello, per arrivarci c'è un bel pezzo di strada con parecchie salite, l'ultima, prima dell'entrata del castello, mi stronca, mi manca il fiato, il mio polmone ammalato reclama ossigeno, m fermo parecchie volte ma alla fine con mia grande soddisfazione riesco ad arrivare al portone con gli altri che stanno aspettando di entrare. Il castello è molto bello ed antico, ben ristrutturato, al suo interno c'è un museo, un'antica tipografia, un frate che vende vino di qualità ed il sindaco di Bled che ci accoglie in costume d'epoca.
Al ritorno, purtroppo, metto un piede in fallo ed il mio ginocchio, operato a suo tempo, comincia a farmi male, farò tutta la strada del ritorno zoppicando.
Al ritorno in campeggio, Luigi offre a tutti i partecipanti, un ricco aperitivo, su tre tavolini improvvsati, compare di tutto e di piu': vino, salame, patatine, colombe e tante leccornie, inutile dire che non è rimasto niente.....

Campeggio Bled

sabato 3 aprile 2010

Ore 9, partenza con tre bus per il lago di Bohinj.
Con una simpatica guida che parla italiano, visitiamo paesi e cittadine, in programma c'è anche una visita ad una cascata, ma il sentiero è lungo e ripido ed il mio ginocchio non me lo permette, a malincuore rinuncio. In attesa del ritorno del gruppo, io e Tina ci fermiamo con altri in un bar dove gustiamo del buonissimo prosciutto sloveno.
Dopo il pranzo a base di piatti freddi, sempre in bus abbiamo visitato la cittadina di Radovljica con la chiesa di San Pietro, un santuario visitato anche da Papa Giovanni Paolo II, c'è una sua statua a ricordo di quel giorno.
Al ritorno in camper ci aspetta uno spettacolo medioevale in costume dell'epoca organizzato dal personale del campeggio. Danze e duelli ed infine un goulach cotto nel paiolo.
La giornata non finisce quì, dopo cena, le Pletne caratteristiche barche che, accompagnate dalla musica della fisarmonica, ci portano attraverso il lago dal campeggio, all'isola e poi alla cittadina di Bled, il ritorno sarà piedi attorno al lago con le fiaccole, molto bello e caratteristico. Il mio ginocchio non ne lo permette e sfrutto il pulmino di scorta che mi riporta al campeggio.

Camping Bled - N 46° 21' 42 - E 13° 42' 12

domenica 4 aprile 2010

Oggi è Pasqua nessuna gita in programma, solo per i bambini è stata preparata una sorpresa, con l'aiuto dei ragazzi del campeggio, è stata preparata una grande tavolata con tutta l'attrezzatura per colorare e dipingere le uova, i piccoli artisti si sono divertiti molto.
A pranzo tutti al ristorante del campeggio, il cuoco si è dato molto da fare e tutti sono stati contenti di quanto ci è stato servito, alla fine, con l'assistenza di Luigi si è rotto un grandissimo uovo pasquale di cioccolato gradito da tutti.
Pomeriggio tranquillo di riposo, alla sera di nuovo al ristorante con cena a base di cevapcici, la serata è stata allietata da Nini, uno dei partecipanti al raduno, che ha cantato mettendo disposizione il suo impianto di karaoche.

Camping Bled - N 46° 21' 42 - E 13° 42' 12

lunedì 5 aprile 2010

Lunedì giorno di Pasquetta, era in programma una visita alle cascate di Vintgar, purtroppo causa il maltempo che avrebbe reso scivoloso i vari sentieri, la gita è stata annullata.
A questo punto abbiamo deciso per il rientro a casa, salutato gli amici con l'augurio di ritrovarci ad un prossimo raduno, ho messo in moto ed ho diretto il camper verso casa.