Tenerife forever!

località: costa del silencio
regione: isole canarie - tenerife
stato: spagna (es)

Data inizio viaggio: sabato 15 gennaio 2011
Data fine viaggio: sabato 22 gennaio 2011

Ciao a tutti! Gennaio a Tenerife, il termometro segna 22° mentre sai che a casa c'è la neve!
Beh, non so se siete abituati a passare delle vacanze invernali al caldo, noi no di sicuro purtroppo, e per chi come me è malato di sole e spiaggia, farlo è meraviglioso, un godimento esagerato!!
Il nostro viaggio è totalmente fai da te, abbiamo fatto tutto attraverso internet: la prenotazione per il parcheggio di 1 settimana in aeroporto di Bologna, il volo Ryanair, l'appartamento, la macchina a noleggio e le escursioni in Tenerife.
Per noi è stata una vacanza spettacolare, abbiamo avuto sei giorni su sette di sole, il modo ideale per spezzare il lungo e triste inverno modenese, soprattutto se non avete tanti soldi da andare per esempio alle Maldive e non avete voglia di farvi quelle 10-12 ore di volo (solo 4 ore di volo per le Canarie).
E vi dirò di più, il clima delle Canarie è stupendo, sono le isole dell'eterna primavera, a quale amante del sole non verrebbe voglia di vivere lì tutto l'anno??
Abbiamo scelto di soggiornare in Costa del Silencio perchè è una zona tranquilla e non è stata toccata più di tanto dalla cementificazione selvaggia che ha massacrato a nostro parere la costa come per es a Los Cristianos, a Las Americas e purtroppo in parecchie altre zone dell'isola. A noi piace stare in pace a godere della natura, del sole, della spiaggia e del panorama; palazzi giganteschi che ti sovrastano in spiaggia rovinano un po' troppo l'atmosfera..
Abbiamo trovato un appartamentino molto carino e ben tenuto, perfettamente rispondente alle foto che avevamo visto da casa.
Appena arrivati in casa abbiamo buttato i bagagli qua e là, una capatina in bagno e senza nemmeno pranzare siamo usciti alla ricerca di una spiaggia. Che abbiamo puntualmente trovato, di roccia però, niente sabbia, ma era tanta la voglia di sole e di mare che abbiamo trovato comodissimi anche gli scogli sui quali ci siamo sdraiati..... ah che bella sensazione, il sole sulla pelle!
Poi però ad un certo punto la fame ha avuto il sopravvento, ci siamo tirati su e ci siamo diretti verso una piccola trattoria che avevo notato mentre andavamo verso il mare e che mi ispirava moltissimo: LA TABERNA DEL POLLO.
Il mio fiuto non si sbagliava: oltre ad essere un posto tipico molto accogliente sia per l'ambiente che per le persone che ci lavorano, si mangia da Dio a prezzi molto contenuti!
E' diventata una tappa irrinunciabile per noi, ci siamo andati quasi tutte le sere, e non vedevamo l'ora di sederci al nostro tavolo e di farci coccolare le papille gustative dai loro squisiti piatti. Consigliamo il pollo arrosto e la grigliata "La Taberna" ed anche se non è un piatto tipico delle Canarie, fanno anche una paella troppo buona ed abbondante!
A questo punto, il giorno dopo, avevamo una grandissima voglia di spiaggia, di sabbia fina e naturalmente di mare, e così abbiamo scelto una delle più belle e grandi spiagge di Tenerife, una che non fosse sovrastata da palazzoni ed albergoni e residence: LAS TERESITAS, a Nord dell'isola, la trovate appena dopo aver superato la capitale Santa Cruz de Tenerife.
Anche se io sono sempre e soltanto per ciò che è naturale, e questa spiaggia è "finta", devo ammettere che è venuta davvero bene: sì, nel senso che in natura era molto più piccola e con la sabbia nera, mentre ora, dopo l'intervento di ampliamento, quintali di sabbia dorata del Sahara sbadilati e parecchie palme piantate nuove nuove che spuntano dalla sabbia, il risultato è notevole! E poi trovate acque calme e tranquille perchè, già che c'erano, hanno costruito anche una barriera sottomarina per proteggere la spiaggia dall'erosione. Consigliata!
Una giornata abbiamo deciso di passarla a PUERTO DE LA CRUZ, abbinando la visita alla città alla piscina. Eggià, una fissata con il mare come me, che va un giorno in piscina!
Però qui, come in molti altri posti di Tenerife, ci sono delle piscine con acqua salata dell'oceano (bella fresca!), che abbinano quindi il mondo naturale dell'oceano a quello delle comodità delle piscine, ed anche questa volta di fronte a qualcosa di artificiale, non posso che confessare che un giorno vale proprio la pena andare!
Le piscine "Lago Martiánez" di Puerto de la Cruz sono tra le più belle e famose dell'isola. Le acque dell'oceano si infrangono in vari punti contro la parte esterna della costruzione, creando degli spruzzi davvero spettacolari! Attenzione a non stare troppo vicini ai bordi di questa zona se non volete fare una bellissima doccia gelata di acqua d'oceano! Eppure, qualche temerario che fa il bagno c'è!
Riguardo la città voglio sorvolare sui palazzi giganteschi che la deturpano nella parte periferica e preferisco concentrarmi su quelli della parte vecchia: alcuni sono davvero splendidi, con dei magnifici balconi in legno, insomma PUERTO DE LA CRUZ è tappa obbligatoria, secondo me, se siete sull'isola.
Un altro giorno a Tenerife volgeva al termine e noi ci apprestavamo a goderci la nostra cena a La Taberna del Pollo!
Abbiamo poi tentato di trascorrere una giornata a LOS GIGANTES, località turistica molto famosa soprattutto per la spettacolare gigantesca scogliera, appunto Los Gigantes, che costeggia la spiaggia del paese.
Questa volta è andata non troppo bene.. Siamo partiti come al solito la mattina dalla Costa del Silencio. Intanto, la costa sud-ovest è stata deturpata totalmente dalla cementificazione più selvaggia e spregiudicata che possiate immaginare, abbiamo superato i mostri di Los Cristianos e Playa de Las Americas, ed il panorama ci è sembrato un po' deprimente. E poi, quando siamo finalmente arrivati a Los Gigantes (c'è una confusione pazzesca in questo paesino, traffico a gogo), abbiamo trovato l'accesso alla spiaggia chiuso, sì avete capito, la spiaggia era murata, c'erano i lavori in corso e non ci è stato possibile nemmeno vederla da lontano! Delusissimi sia dal viaggio che dalla meta raggiunta, siamo tornati indietro e ci siamo consolati con un po' di sole nella spiaggia accanto casa, a Las Galletas. E naturalmente con la deliziosa cena a La Taberna ;)
Ecco un'altra tappa importante a cui abbiamo dedicato la giornata intera: relax assoluto in PLAYA GRANDE a Poris de Abona. Ce la meritavamo una giornata così dopo il caos del giorno prima!
La spiaggia è molto bella e tranquilla e, se avete voglia di fare due passi, poco più avanti trovate una zona rocciosa con un'acqua verde incredibile! Spiaggia consigliatissima!
La seconda volta che siamo andati a Las Teresitas ci siamo trattenuti solo qualche oretta perchè avevamo in programma di andare nel pomeriggio a visitare LA LAGUNA, la città più bella dell'isola, protetta dall'Unesco come Patrimonio Mondiale dell'Umanità.
I suoi palazzi sono stupendi, e le finestre di legno irresistibili, le avrei fotografate TUTTE!
Se siete sull'isola dovete assolutamente dedicarle almeno un paio d'ore.
Non di solo mare vive l'uomo....
E poi, ci siamo concessi uno strappo alla regola della Taberna: siamo andati a mangiare il pesce a EL PRIX, paesino di pescatori arroccato sulla collina.
Nella strada principale ci sono vari bar-ristoranti, non fanno una gran bella impressione a prima vista, soprattutto quello che abbiamo scelto noi, l'ultimo, GONZALO, ma in realtà, se sorvolate sulla forma, in questi posti si mangia divinamente dell'ottimo pesce fresco. E a prezzi contenuti. Quando rivedo le inevitabili foto scattate ai "chipirones" e al pesce con le "papas arrugadas" mi sembra di sentirne ancora il profumo..
Vorrei raccontarvi ancora tante cose ma temo di non avere qui lo spazio sufficiente, e così vi invito sul nostro sito:
www.spiaggepiubelle.net
..e buon viaggio a tutti!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...