Spagna tra le grandi capitali 1 parte

località: madrid, valencia, peniscola, tarragona, barcellona
stato: spagna (es)

Data inizio viaggio: giovedì 9 agosto 2012
Data fine viaggio: martedì 21 agosto 2012

Il 9 Agosto si parte! Direzione Spagna! Un mini-tour di 13 giorni in cui toccherò le tre città spagnole più grandi.

9 - 11 madrid

Partiamo da Fiumicino alle ore 12.10 con un volo Iberia e arrivo in perfetto orario alle 14.50 A madrid soggiorniamo al centro in via Libreros a 100 metri dalla Gran Via. Usciti dalla fermata metro ci rendiamo subito conto che saranno 13 giorni in un bagno di sudore, sembra di avere un phon sempre acceso dietro le spalle, temperatura media 40 gradi, ma non ci demoralizziamo e partiamo alla scoperta di questa fantastica città ricca di fascino e storia. Visitare madrid è molto semplice, offre una fittissima rete metropolitana che raggiunge ogni dove, ma la cosa più bella è viverla a piedi, andare da una piazza all’altra, passeggiando tra queste grandi vie e imponenti palazzi storici, in quanto non sono lontanissimi tra loro, quindi ci incamminiamo a Plaza de Espana punto di partenza della vivacissima Gran Via dove al centro si trova la statua di uno spagnolo tra i più famosi nella letteratura mondiale, Cervantes, che precede i protagonisti della sua saga, Don Chisciotte e Sancho Panza. Visitiamo poi Palacio Real, costruito sui resti dell’Alcazar, e sede di rappresentanza dei reali, ma resto un po’ deluso. Accanto al palazzo reale, da visitare assolutamente la cattedrale dell’Almudena, consacrata nel 1993 da Giovanni II con un grandioso interno neogotico. Ci dirigiamo poi fino a Puerta de Toledo per poi risalire fino a Plaza Mayor dove poi ci fermeremo a cena in uno dei tanti ristoranti che danno sulla piazza per mangiare delle ottime tapas. In passato Plaza Mayor era un antico mercato, e dove si poteva assistere alle esecuzioni capitali, adesso è un grande spazio rettangolare che accoglie molti artisti di strada dove troneggia la statua di Filippo II.

La mattina seguente non può non iniziare, con una visita al museo del Real madrid, per un appassionato di calcio come me, vedere tutti quei trofei conquistati dalla più importante squadra europea, sedersi dove campioni si siedono tutte le domeniche, un monumento al calcio. Nel pomeriggio visitiamo Plaza de Toros, secondo me ne vale proprio la pena, la più antica e più famosa di tutta la Spagna. Più tardi ci rechiamo in piazza de Cibeles dove al centro si trova una fontana sormontata da una sibilla circondata da edifici che ne delimitano il perimetro in maniera monumentale, ed è assolutamente da vedere di sera con l’illuminazione accesa. Dalle 18 alle 20 siamo al museo Prado per la visita gratuita infatti tutte le sere l’ingresso è libero il consiglio è di seguire la piantina con le opere più importanti altrimenti non riuscirete mai a trovarle tanto è immenso questo museo e pieno di dipinti. Qualche centinaio di metro distante dal museo c’è Fuente de Neptuno una grandissima fontana che rende omaggio al dio Nettuno, anche questa assolutamente da vedere di notte. La sera siamo a Puerta del Sol ed è tra i luoghi più significativi di madrid, è in questo ovale che passa il ‘’chilometro zero’’ a partire dal quale si calcolano tutte le distanze in tutto il paese e d in questa piazza si trova la statua emblema della città, un orso che addenta una pianta di corbezzolo.

L’ultimo giorno iniziamo una con una bella passeggiata nel ‘’El Parque del Buen Retiro’’ il polmone verde di madrid dove al centro del parco capeggia il monumento dedicato al Re Alfonso XII. La nostra passeggiata inizia da Plaza de Indipendencia fino ad arrivare a Plaza de Atocha dove si trova anche l’altro importante museo d’Arte il Reina Sofia per usufruire anche qui dell’ingresso libero dalle 14,30 – 21.00 del sabato, dove sono rimasto piacevolmente sorpreso dalle opere, forse perché più moderne, dei giorni nostri, da Picasso con il famosissimo ‘’Guernica’’, a Mirò e Dalì sono i più conosciuti, ma molte altre meritano un’occhiata. Finiamo la nostra ultima serata madrilena passeggiando dalla Puerta del Sol fino al quartiere Chueca famoso per i suoi locali trasgressivi e la vita notturna, ma passeggiare per le vie di madrid è veramente un piacere un fiume di gente si riversa per le strade a qualsiasi ora del giorno e della notte, ricca di artisti di strada intrattenendo il pubblico in cerca di qualche mancia, come dicono tutte le guide sembra veramente una città che ‘’non dorme mai’’.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...