RITORNO A LANZAROTE

località: playa blanca
regione: isole canarie
stato: spagna (es)

Data inizio viaggio: mercoledì 1 agosto 2012
Data fine viaggio: mercoledì 8 agosto 2012

Siamo tornati a Lanzarote, dopo 9 anni, ma questa volta con un “fai da te”. Scelta molto azzeccata che consiglio a tutti. Volo diretto Ryanair da Bergamo (€ 460,00 in 2 a/r), hotel Iberostar Lanzarote Park (prenotato su Booking.com) € 680,00 per una doppia per una settimana in ½ pensione, noleggio auto con Rentalcars una Fiat Punto € 120,00. Essendo agosto i prezzi dei tour operator erano alle stelle.
Tutto efficiente al massimo, clima perfetto, comodissimo l’albergo a PLAYA BLANCA, vicino alle spiagge del Papagayo, le più belle dell’isola. Siamo ritornati a vedere i luoghi visti frettolosamente anni fa e abbiamo riscoperto nuove località. Consiglio ancora vivamente la salita al Timanfaja, parcheggiata l’auto, con 8 € a persona si fa l’escursione in pullman, guidata, lungo tutte le strade della zona vulcanica, non raggiungibili in altro modo.
E poi l’elenco delle zone da non perdere si allunga: le Salinas de Janubio, los Hervideros, il Golfo e il Charco de los Chicos sulla costa ovest, verso l’interno invece la zona vinicola della Geria. Proseguendo ancora a nord il paesino di La Santa e poi la favolosa baia di Famara, patria dei surfisti. Se capitate di domenica, tornando verso l’interno, tappa d’obbligo a Teguise, l’antica capitale, c’è un mercato spettacolare per colori e profumi! All’interno, vedute di Haria, la valle delle mille palme….si può fare una deviazione per la Cueva de los Verdes (un insieme di grotte vulcaniche, meritano la visita), lì accanto anche los Jameos de l’Agua (sorprendente ma già visitato anni fa). Sulla costa est, Arrieta, Playa Garrita e Punta Mujeres. Non male la passeggiata lungomare di Arrecife, con il castello di San Gabriel. A sud caratteristico Femes e la sottostante Playa Quemada, rigorosamente con sabbia scura e tanti sassi. Puerto del Carmen è cresciuta molto in questi anni, pullulante di hotel e ristoranti.
La zona più bella??? Sicuramente il parco naturale del Papagayo….dopo un paio di km di sterrato si entra (€ 3,00) ancora qualche km di sterrato e si parcheggia l’auto. E qui comincia l’avventura, a piedi, su e giù per colline brulle, verso le spiagge da sogno del Papagayo, playa del Pozo, playa de Mujeres….poco affollate anche in pieno agosto. Piacevole il bar-ristorante che è sorto vicino al parcheggio, una vista favolosa e ottimo cibo.
Clima ottimo, solo qualche nuvola passeggera, in albergo non c'era neanche l'aria condizionata, la sera passeggiata con golfino, mare pulitissimo, acqua del mare leggermente fresca (ma qua dipende dai gusti), cibo ottimo, pulizia, cordialità tipicamente spagnola!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...