un finesettimana a Madrid

località: madrid
stato: spagna (es)

Data inizio viaggio: venerdì 7 marzo 2008
Data fine viaggio: domenica 9 marzo 2008

Un finesettimana in una città che non avevo mai visitato e desideravo da tempo vedere...purtroppo è stata la classica "toccata e fuga" con pochissimo tempo a disposizione... proprio per questo, però, ci eravamo rassegnati all' idea di non poter vedere tutto e ci siamo concentrati su poche cose cercando di vivere al meglio questo viaggio.
Madrid mi è apparsa immediatamente un connubio felicissimo tra modernità e tradizione; una città avanzatissima sotto molti aspetti e orgogliosa delle proprie peculiarità...vitale, colorata (non solo in senso lato, mi riferisco ai veri colori: i verde, i rossi delle vecchie mostre in legno dei negozi che popolano le viuzze del centro).
Per la cronaca avevamo prenotato una stanza all' HostalCruzSol in Plaza de la Cruz, praticamente a pochi passi da Plaza Mayor, Plaza del Sol, il centro e la movida! è un 2 stelle ma pulito, comodo ed economico.
Scoprire e conoscere Madrid per me significa aver visitato il Prado... un' emozione intensissima; aver passeggiato rilassati godendoci il sole al parque del Buen Retiro; aver gironzolato senza meta la sera tra la gente e i locali; aver curiosato la domenica mattina al Rastro tra le bancarelle del mercato per poi andare a bere una birra fredda alla Chueca e conoscere un' altra faccia di questa città...più popolare, forse più autentica..
Per quanto riguarda la cucina abbiamo sperimentato e ci siamo trovati bene grossomodo dappertutto ma secondo me meritano particolarmente: "la tia cebolla"(calle Mayor) e "en busca del tiempo"(calle Barcelona) e sicuramente una visitina in uno dei numerosi musei del Jamon; i boccadillos con calamares fritti invece si sono rivelati una grande delusione a dispetto di quanti dicono che sono una delizia...ma viaggiare è bello anche per questo!


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...