Escursione a Lanzarote

località: lanzarote
regione: isole canarie
stato: spagna (es)

Data inizio viaggio: mercoledì 29 agosto 2007
Data fine viaggio: mercoledì 29 agosto 2007

Una gitarella nell'isola che ha un vulcano per giorno di calendario: Lanzarote e le sue bellezze naturali.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

Escursione a Lanzarote

mercoledì 29 agosto 2007

Jameos de Agua:
Manrique creò a Jameos de Agua un posto fantastico e bellissimo, che da anni attira moltissimi turisti e curiosi per vedere un posto surreale con bellezze senza fine.
Il cono li lava che si creò durante una grande eruzione vulcanica tramite il quale la lava scendeva fino al mare si è svuotato dalla lava incandescente e raffreddato nel tempo. Il soffitto del cono in alcuni punti è crollato sotto il suo stesso peso e ha creato buchi che fanno trapelare la luce nel cono vulcanico e nero. In questo posto cosi inospitale si è creato un lago artificiale di acqua salata in quanto siamo molto vicini al mare.nel quale hanno trovato casa molto granchietti di una specie protetta e unica, il granchio cieco albino che vive di solito nei fondali senza luce dell’oceano. L’acqua del lago è freddissima e la luce in questo punto è poca, cosi, in questo posto surreale Maniche ha creato un giardino botanico, un centro dotato di ampio teatro/sala meeting e concerti, un ristorante lussuoso con sale e piste da ballo che in momenti di alta marea si riempiono di acqua marina..una piscina unica ed inimitabile.
Tra le pareti nere della roccia vulcanica e il verde del giardino botanico, una piscina dal fondo bianco e un’acqua azzurrissima spicca come un pugno di luce nel buio.
Il posto è meta di grandi personaggi e ospita cene importanti, meeting, attori e poveri turisti che vogliono solo vedere questo posto magico e attraversare il lago dei granchietti attraverso una passerella inondata per vedere le bellezze della natura.
Qui ha anche sede la famosa casa dei vulcani, un centro per lo studio dell’attività vulcanica delle canarie e non solo, museo e cimelio della storia dei vulcani nei secoli.
Il tutto lascia senza fiato per i colori, le scoperte e le bellezze. Ci troviamo ad un passo dal mare e dalla costa, il posto è a pagamento ma cio che si vede è impagabile.

I vigneti di: La Geria.
La zona dei vigneti di Lanzarote è una zona rialzata e particolare, ci si arriva andando dal Timanfaya andando verso nord, i campi vengono coltivati con metodi unici al mondo in quanto il terreno non è propizio alla coltivazione dato lo strato di cenere superficiale e il gran vento che anche qui soffia imperterrito tutto l’anno.. cosi i coltivatori hanno aguzzato l’ingegno e hanno praticato dei buchi nel terreno fino a raggiungere la parte fertile del terreno per piantare le piante di vite che poi vengono protette dal vento costruendo muretti di pietra per singola pianta. Il risultato è un lavoraccio intenso e manuale e un panorama tipico e singolare.
Nella zona dei vigneti cè poi una casa vitivinicola importante detta La Geria, con tanto di bottega per souvenir e bar dove assaggiare il vino che li si produce, dal rosso al bianco, vini acidi e non troppo gustosi al palato degli italiani ben abituati ai nostri sacri vini.
La Geria è un posto tipico con botti in legno, ampio parcheggio, zona per passeggiare ed ammirare il posto. Il vino piu famoso prodotto a Lanzarote è la Malvasia..


Parco Nazionale del Timanfaya:
A Lanzarote, vicino a Yaiza, cè una zona dichiarata patrimonio dell’umanita e riserva della biosfera, trattasi della colata lavica indurita piu grande esistente che costituisce un parco nazionale chiamato del Timanfaya. Il posto è originalissimo ed unico, si arriva alle porte dell’ingresso e gia il paesaggio tutto intorno è sinistro e roccioso. Il punto di partenza nonché il ritrovo generico è un logo protetto dal calore del terreno con un ristorante che utilizza il calore del sottosuolo vulcanico per cucinare, un negozio di souvenir e alcuni punti dove vengono fatti esperimenti con il calore proveniente dal sottosuolo. Stiamo parlando di una colata vulcanica indurita che ha modificato il paesaggio di parte di Lanzarote, costituendo un posto roccioso e sbalorditivo. Il tour della colata lavica si puo fare solo a bordo bus organizzati e non per conto proprio, tutte le strade sono costruite con materiali specifici quali basalto e vetro per proteggere dal calore emanato dal terreno che altrimenti fonderebbe tutto quanto. La colata è kilometrica, unica, originale e bellissima. Km di roccia vulcanica indurita che con gli anni ha assunto forme e colori strani da paesaggio lunare. Si possono ancora vedere le colate indurite di anni una sopra l’altra, le lingue di lava indurita di colori disparati quali il classico nero, giallo, rosso, verde alcuni vulcani di Lanzarote sono ancora attivi e vengono controllati dalla casa dei vulcani, una struttura a Jameos de Agua che controlla tutta l’attivita vulcanica delle canarie, arcipelago vulcanico per eccellenza. Lanzarot e ha 365 vulcani su di essa e la colata lavica di Yazia è durata per 6 lunghi anni e ha aumentato la superficie dell’isola. E un paesaggio sconvolgentemente bello e caratteristico. Stupefacente la narrazione durante la visita della storia delle eruzioni di yaiza.
Si può mangiare nel ristorante del parco dove molte pietanze vengono cucinate nel grande forno naturale che è un buco nel terreno dal quale proviene un calore fortissimo che permette di cucinare il cibo. La visita è unica ed impedibile e Lanzarote è accessibile da fuerteventura con poco piu di un’ora di navigazione di traghetto dal porto di corralejo.
Lanzarote è un’isola molto bella e selvaggia, il timanfaya è un’attrazione unica e va vissuta.
Tra le colate laviche si estende un percorso frequentato solo da bus per il tour guidato. Il prezzo della visita non credo sia altissimo in quanto noi abbiamo pagato una quota unica per l’escursione intera a Lanzarote.
L’isola di Lanzarote viene chiamata l’isola dei vulcani in quanto ce né uno per ogni giorno dell’anno. Il paesaggio è maestoso!!!