Barcelona in 3 giorni

località: barcelona
stato: spagna (es)

Data inizio viaggio: domenica 17 agosto 2008
Data fine viaggio: mercoledì 20 agosto 2008

Una citta' bellissima da vivere ma anche da visitare, una citta' in cui puoi decidere se fare vita notturna o al contrario fare il turista e scoprire tutte le meraviglie che la citta' nasconde, tre giorni in cui i piedi letteralmente bollivano da quanta strada abbiamo fatto camminando.
Un viaggio prenotato da internet con volo easyjet( 110 euro a testa io e la mia ragazza ) ed un ostello che non consiglierei a nessuno Rambla y Catalunya ( ultima volta in un ostello in vita mia, meglio spendere 10 euro in più a testa ma andare in un hotel )nel quale abbiamo pagato 80 euro al giorno per la camera matrimoniale!!
Un viaggio tra il mare di Barcelona e di Sitges, tantissimi posti visitati : la Sagrada familia,Parco Güell, La Pedrera e la casa Battlo' di Gaudì, il castello di Montjiuc, il parco della Ciutadella, plaza de Espana, l'arco di trionfo, le Ramblas.
C'era tanto altro da visitare pero' il tempo era veramente poco...

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

Giusto il tempo di guardarci in giro!!

domenica 17 agosto 2008

Partenza ore 19:30 da Milano Malpensa, atterraggio alle 21 e 10 all'aeroporto di Barcelona.
Giusto il tempo di recuperare il bagaglio a mano e ci troviamo fuori dall'aeroporto, possiamo decidere se prendere un bus che ci porterebbe a Plaza de Catalunya al costo di 5 euro a testa( piu' o meno) e poi farcela a piedi od in metro fino al nostro ostello o come abbiamo fatto noi, per non avere problemi con bagagli, ed evitare di muoverci in una citta' ancora sconosciuta, prendere un taxi al costo di 30 euro per arrivare nella zona centrale di Barcelona Rambla y catalunya.
Arrivati all'ostello( vi risparmio la descrizione di questa bruttissima esperienza, completamente diverso da come si presentava su internet) abbiamo posato i bagagli e visto che erano ancora le 22 e 30 abbiamo deciso di farci un giro.
Come prima serata per i nostri piedi non e' andata malissimo, ci siamo diretti verso la zona di Barceloneta ( zona della spiaggia di Barcelona) senza cartina visto che ormai da quanto avevo studiato a casa sapevo la mappa di Barcelona a memoria.
Vi sconsiglio di sera una volta arrivati nella zona del porto vecchio sul lungomare (piu' o meno vicini alla statua di Colombo), di addentrarvi sia da soli che in compagnia della vostra ragazza in quanto e' pieno di extracomunitari che appena ci hanno visto hanno iniziato a seguirci, a quel punto abbiamo fatto subito marcia indietro dirigendoci verso la spiaggia di Barceloneta.
Arrivati lì ci siamo subito messi sulla spiaggia a piedi nudi e siamo andati a bagnarci i piedi in acqua.
Spiaggia non delle migliori ma ci si puo' accontentare tenendo conto di essere in una grossa citta' a "due passi" dal centro.
Dopo esserci fermati in uno dei tanti chioschi della zona ci siamo diretti all'ostello a dormire pensando al giorno dopo!!
Come prima sera abbiamo fatto un 7/8 km a piedi giusto come aperitivo :)

Giornata intensa

lunedì 18 agosto 2008

Ci alziamo la mattina intorno alle 8 e 30 , il tempo di una doccia e di far colazione ed alle 10 siamo di nuovo nella zona di Barceloneta stavolta in metropolitana,(vi consiglio di prendere un carnet di biglietti da 10 corse al costo di 7,20 euro si risparmia un po'), finalmente un po' di sole almeno non torneremo a casa bianchi come il latte!! Il mare visto anche la sera prima non si presenta poi così male, certo se uno e' abituato alla Sardegna nn venga qui in vacanza per andare al mare.
Restiamo in spiaggia fino alle 16, poi ritorniamo a farci una doccia e per le 17 siamo gia' in cammino per la Sagrada Familia imponente chiesa molto appariscente per la sua struttura esterna, pero' con i consigli di altre persone non siamo entrati a visitarla, per chi volesse il costo del biglietto e' di 10 euro.
Da lì ci dirigiamo sempre tramite metropolitana al Parco Guell, usciti dalla metropolitana c'e' 1 km e mezzo a piedi per arrivarci, di cui 500 mt in salita ripidissima, per fortuna ogni tanto ci sono delle scale mobili che ti aiutano a salire :)
Il parco e' bellissimo, imperdibile, sia per la flora che per la struttura creata da Gaudì, anche l'atmosfera e' molto bella con tenori di strada che cantano e creano dei piccoli assembramenti e gente stupita dall'arte di questo grande architetto!!!
Dopo un paio d'ore decidiamo di tornare in centro a Barcelona a Plaza Catalunya ma questa volta prendiamo un taxi(costo 10 euro), le nostre gambe iniziano a cedere un pochino.
Arrivati a destinazione e' l'ora di andare sulle Ramblas, un'atmosfera decisamente da vacanza con gente che passeggia in tutte le direzioni, artisti di strada che si inventano di tutto per intrattenere la gente e guadagnare qualcosina e ristoranti all'aperto( qui vi consiglio di tenervi strette le vostre cose perche' con il via vai di gente che c'e' non vi accorgereste se vi rubassero qualcosa, soprattutto se vi mettete a mangiare in uno di quei ristoranti, non lasciate mai borse e borselli attaccati alle sedie, non li ritrovereste più)
Dopo una serata intera passata qui decidiamo intorno a mezzanotte di tornare a dormire perchè l'indomani ci aspettera' un'altra bella sfacchinata!!!

Giornata a Sitges

martedì 19 agosto 2008

Sveglia intorno alle 8 scendiamo dalla stanza ed andiamo a fare colazione nel bar di fianco, ci siamo messi finalmente in forza. Pensando che la stazione dei treni fosse solo una, ci siamo fatti circa 3 km a piedi per arrivarci( Barcelona Sants) mentre invece a avevamo una stazione a 200 mt dal nostro ostello solo che ce ne siamo accorti molto dopo...
Arrivati alla stazione abbiamo chiesto un biglietto per Sitges ( costo andata e ritorno di 8 euro ). Arrivati a destinazione abbiamo girato un po' la cittadina, molto carina e tipica localita' di mare, non battuta troppo da ragazzini ma piu' da famiglie e coppie. Il mare sicuramente e' piu' bello che a Barcelona, e l'ambiente e' tranquillo, ci si puo' anche rilassare in spiaggia senza ragazzi che giocano sulle spiagge, per il pranzo abbiamo deciso di fermarci al chiosco della spiaggia anche se in paese c'e' di tutto!!
Arrivate le 16 decidiamo di tornare indietro anche perchè il sole batte veramente fortissimo, non ce la facciamo piu' a rosolare senza ombrellone :) ci dirigiamo in paese e con tutti i negozietti che ci sono non possiamo non fermarci a comprare qualche souvenir.
Torniamo in stazione e prendiamo il treno, finalmente arrivati in ostello una bella doccia per toglierci il sale dal corpo!!
Serata un'altra volta sulle Ramblas, inevitabile andare via dalla Spagna senza aver fatto mangiare alla mia ragazza la Paella che io avevo già mangiato in altre occasioni. Troviamo un posto carino proprio sulle Ramblas, e con le Tapas(antipasti tipici) una Paella x 2 che non finiva piu', piu' qualche cosa da bere abbiamo speso qualcosa in meno di 40 euro in due, prezzo onestissimo!!! Finito di mangiare altro giretto e poi a letto!!! Domani si partira', ma la sera tardi, quindi ci sara' ancora tutta la giornata per camminare!!!

Ultimo giorno - Che Camminata!!!!

mercoledì 20 agosto 2008

Usciti dall'ostello, dopo aver lasciato i bagagli nella stanza di servizio, la prima tappa è l'arco di trionfo, imponente come quello parigino anche se meno affascinante. Dopo aver fatto qualche foto, ci dirigiamo attraversando la zona pedonale verso il viale alberato che ci porta al parco della Ciutadella!!
Parco abbastanza grosso che comprende anche uno zoo, che noi decidiamo di non visitare perchè il tempo è poco, quindi ci dedichiamo solo ad una passeggiata ammirando i vari laghetti artificiali e la meravigliosa flora.
Dopo un'oretta usciamo dall'altra parte del parco e ci dirigiamo verso la metropolitana piu' vicina che e' quella di Barceloneta, il nostro nuovo obbiettivo è il parco di Montjuic. Arrivati alla fermata giusta, leggiamo che l'altra metropolitana che ci doveva portare fino in cima alla collina non era in funzione (cosa non vera) e quindi gambe in spalla e via di salita, dopo un paio di km scorgiamo la funicolare che ci porta al castello ( 8 euro andata e ritorno ). La prendiamo per evitare di camminare ancora un'oretta in salita. Il castello e' carino, niente di particolare pero' ne vale la pena arrivare fin lassù per vedere il panorama, infatti dalla collina si puo' vedere tutta Barcelona. Dopo aver pranzato con il solito panino di un chiosco decidiamo di tornare giu' e andare a visitare plaza di espana. La piazza e' carina, ma basta girare l'angolo e ti accorgi di una bellissima figura architettonica il Museo Nacional de Arte de Cataluña bellissimo dal di fuori, con le fontane che di sera fanno spettacolari giochi di luci.Consiglio a chi puo' di andarci da giovedì a sabato sera!!
Il tempo sta per scadere, ma abbiamo ancora il tempo per andare a vedere almeno dal di fuori due favolose case costruite da Gaudì ,tutte e due sullo stesso viale Passage de Gracia sono la Pedrera o casa Mila e la casa Battlo'.
Ci e' rimasto solo il tempo di recarci all'aeroporto e partire ormai. Abbiamo fatto circa 50 km a piedi in 3 gg, ma ne e' valsa la pena. Al prossimo viaggio. Ciao.
Fabrizio